Articolo

Verbale riunione del 25 giugno 2010

Ordine degli Avvocati di Verona

_______

COMMISSIONE DEONTOLOGIA

________

Convocata a mezzo e-mail, la Commissione
si è riunita oggi 25 giugno 2010 alle ore 11,30 presso la sede del Consiglio
dell’Ordine in Verona, Piazza dei Signori. Presenti: il Coordinatore Avv.
Giannantonio Danieli, il Consigliere Avv. Paolo Pezzo, il Segretario Avv.
Marisa Bonanno, i Commissari Avv.ti: Ermanno Fornaciari, Luca Venturini, Fabio
Luciani, Ilaria Castellani, Sabrina De Santi, Mirco Ghirlanda, Fabio Callegati.
Assenti giustificati gli Avv. Bulgarelli, Pasetto, Tommasi, Regis, Dalfini,
Muraro, Pisa.

Si procede all’esame dei punti all’Ordine del giorno:

- pareri degli iscritti;

- esame siti web;

- redazione linee guida per l'apertura
e l'uso del sito web;

- seminari formativi;

- varie ed eventuali.

Si procede all’esame dei punti all’ODG, in ordine di
priorità:

Sul punto SEMINARI FORMATIVI E LINEE GIUDA PER
I SITI
:

Il Coordinatore, il Consigliere delegato ed il
segretario, facendo seguito al deliberato del 19.2.2010, riferiscono che,
ottenuta la disponibilità dell’auditorium BP e sentiti alcuni dei relatori, si
è ottenuta l’autorizzazione del Consiglio per il programma (di massima) di n.4
seminari formativi così strutturati:

I incontro (conclusivo del ciclo seminariale
2009, nel quale alcuni relatori furono impediti a relazionare) - 2 luglio 2010
ore 15-18: Deontologia Forense: le ragioni di una normativa etico-giuridica.
Il rapporto avvocato-assistito, in particolare il dovere di competenza e la
reciprocità di doveri
– Avv.ti Umberto De Luca e Paolo Maruzzo.

II incontro: 10 settembre 2010 ore 15-18: Etica
professionale e psicologia forense – Presidente del Tribunale (o altro
magistrato indicato), Presidente del Consiglio dell’Ordine (o Consigliere
delegato), Psicologo forense (dott. Donatella Mereu ?).

III incontro: 1 ottobre 2010 ore 15-18: Avvocato
e cliente: Contabilità, obblighi di rendiconto e parcellazione – Avv.ti Mauro
Regis, Alessandro Rigoli, Alessandra Carletti.

IV incontro: 29 ottobre 2010 ore 15-18: Il
sito web dello studio legale: privacy, deontologia e sicurezza informatica

– Avv.ti Giulia Ferrarese, Marisa Bonanno, Ing. Ermanno Ancona.

La Commissione approva, riservandosi di discutere
delle linee guida per la realizzazione del sito web prima dell’incontro
formativo previsto per l’autunno.

Sul punto PARERI:

I. Si anticipa la trattazione di questione riservata
(omissis)

In proposito, dopo breve discussione e su proposta
del Segretario, la Commissione delibera di inviare al Consiglio, prossimamente,
una proposta di richieste di parere da inoltrare alla Commissione Consultiva
del CNF sui seguenti argomenti generali ed astratti, nonché sugli ulteriori che
i Commissari sono invitati a segnalare entro la prossima riunione, al fine di
ottenere indirizzi aggiornati e il più possibile uniformi sul territorio nazionale:

-

invii informativi seriali a destinatari indeterminati;

-

attività informative dell’Avvocato per mezzo di
social-network, news groups e community on-line.

II. Richiesta Avv. xx del
21.5.2010, inoltrata dal Consiglio a mezzo e-mail il 3.6.2010.

La Collega prospetta un’ipotesi di conflitto
d’interessi nell’assunzione di un mandato professionale in difesa di un soggetto che sia stato testimone,
così come l’istante, in altra vertenza non conclusa, di cui è parte il coniuge
dell’Avv.xx.

Dopo breve discussione la Commissione ritiene di non
poter esprimere un parere su questione specifica già in atto. In via astratta e
generale richiama i doveri di indipendenza (art.10) e di evitare conflitti fra
il mandato ed altri interessi riguardanti la propria sfera personale (art.37)
che l’istante dovrà valutare in relazione alle specifiche circostanze del caso
concreto.

III. Richiesta Avv. yy prot. n.5266/10 del 15.6.10 trasmessa dal
Consiglio il 21.5.2010.

Il Collega richiede un “parere favorevole ai sensi
dell’art.18” sulla possibilità di curare una rubrica a stampa su giornale
locale, con indicazione di nome, cognome e fotografia.

La Commissione osserva preliminarmente che a seguito
dell’ultima novella al CDF approvata nel 2008, indotta dai rilievi
dell’Autorità Garante della Concorrenza, l’art.18 can.III è stato modificato e
recita oggi: “E’ consentito all’Avvocato, previa comunicazione al Consiglio
dell’Ordine di appartenenza, di tenere o curare rubriche (…)”.

Si prende atto quindi della Comunicazione dell’Avv. yy, che potrà tenere l’indicata rubrica, nel rispetto dei generali principi
di pertinenza, equilibrio, misura e discrezione, curando in particolare la
propria autonomia dall’editore, sotto i profili professionale e scientifico.

Sul punto ESAME SITI WEB:

Con riferimento a siti segnalati in passato ma non
visibili on-line in occasione delle riunioni passate, si esaminano i seguenti:

- www....... (primo esame
30.10.2009). Nessuna osservazione su forma e contenuti. Da visura presso il
pubblico registro effettuata dal segretario, il dominio risulta registrato e
amministrato da ** senza altre indicazioni. Si suggerisce il
completamento dei dati informativi mediante richiesta al proprio mantainer.

- www........... (primo esame
30.10.2009). Il sito è ancora irraggiungibile. Si rinvia.

- www............ (primo esame
19.02.2010). Nessuna osservazione su forma e contenuti. Da visura presso il
pubblico registro effettuata dal segretario, il dominio risulta registrato e
amministrato da **, con indirizzo diverso da quello dello
studio. Si suggerisce la correzione dei dati, ma il titolare è comunque
individuabile.

- www......... (primo esame
19.02.2010). La Commissione rileva l’uso improprio della dizione “avvocati
specializzati” alla pagina MODUS OPERANDI. La legge professionale vigente non
prevede, com’è noto, specializzazioni ed occorre rifarsi a quanto previsto
dall’art.17-bis esplicitando i propri settori di esercizio e le materie di
attività prevalente. Si rileva peraltro che manca l’indicazione nominativa di
detti avvocati, in violazione della norma già citata.

In merito alla pubblicazione sul sito di articoli di
giornale riproducenti la cronaca di casi giudiziari condotti dall’Avv. **, dopo breve discussione, la Commissione osserva che dette
riproduzioni presentano il carattere
dell’autoreferenzialità (art.18 can.II), rivelano i nominativi dei clienti
(anche se già pubblicati dai media, ma in altro contesto) e non rientrano fra i
dati informativi obbligatori o facoltativi di cui all’art.17-bis, realizzando
peraltro un ritorno d’immagine mediatica indiretto, mentre la norma propone
l’utilizzo di siti (e strumenti informativi in genere) “propri dell’avvocato”.

Infine non appare pertinente la ricerca di
praticanti (pagina LAVORA CON NOI), in quanto non ha contenuto informativo per
il pubblico (dei praticanti), anche perché non esplicita chi sono, oltre
all’Avv. **, i professionisti interessati al recepimento di
praticanti.

Da visura presso il pubblico registro effettuata dal
segretario, il dominio risulta registrato e amministrato da “studio legale **”, senza gli altri dati dello studio (sede). Si suggerisce
l’integrazione dei dati, mediante comunicazione al proprio mantainer.

SITI DA REVISIONARE:

- www......... (primo esame
27.3.2009) Il sito è stato modificato con l’indicazione che trattasi di network
di professionisti indipendenti. Permane la dizione “alto profilo specialistico”
che si ritiene autoreferenziale ed impropria, non trattandosi di
specializzazioni riconosciute dall’ordinamento. I risultati sportivi (profilo
avv. +**) non si ritengono pertinenti. Permane anche l’indicazione di
agente di calciatori e procuratore sportivo (profilo Avv.**). La
Commissione aveva rilevato una ipotesi di incompatibilità con l’esercizio della
professione forense. Si riserva di approfondirne lo studio, delegando un
Commissario all’istruttoria della questione. Si rinvia alla prossima seduta.

- www.......... (primo esame
27.03.2009) La Commissione rileva il riferimento a polizza assicurativa (non
obbligatoria), della quale occorre indicare gli estremi, in ossequio al disposto dell’art.17-bis secondo
comma.

I dati di registrazione risultano regolarizzati. La
pagina dedicata all’accesso clientela ai fascicoli di studio, all’epoca oggetto
di raccomandazione della Commissione alla tutela della riservatezza, risulta
non attiva.

NUOVI SITI SEGNALATI:

- www......... (segnalazione a mezzo
e-mail del 6.4.2010, inoltrata dal Consiglio il 10.4.2010). Nulla da rilevare
su forma e contenuti. La Commissione rileva solo che le espressioni "...Il
principio guida dello studio è rimasto però immutato negli anni: dedicare,
pienamente, ad ogni tipo di incarico affidatoci, la stessa attenzione e lo
stesso impegno. E a ciò si aggiunge quella particolare sensibilità che,
specialmente in materie come il diritto di famiglia e le questioni ereditarie,
riteniamo debba sempre affiancarsi alla competenza giuridica",
"...Poiché riteniamo preminente l'interesse di ogni assistito a veder
risolte efficacemente le proprie questioni nel modo più veloce e meno
dispendioso, il nostro studio attribuisce grande valore anche alla risoluzione
stragiudiziale delle controversie, per il raggiungimento di accordi
transattivi" possono apparire un pò sovrabbondanti e vagamente
autoelogiative. Dalla visura presso il pubblico registro il sito risulta
correttamente registrato.

- www.............. (segnalazione
a mezzo e-mail del 12.4.2010, inoltrata dal Consiglio il 14.4.2010). Il sito
contiene tutti i dati informativi prescritti. La Commissione rileva che
l’espressione “Questo sito è stato progettato dall'avv. **
del foro di Verona in conformità del Codice Deontologico Forense,
nel rispetto della dignità e del decoro della professione e degli obblighi di
segretezza e di riservatezza” può apparire autoreferenziale e, al momento, non
corretta, in quanto il sito contiene riferimenti a specializzazioni (pagina
AMBITO ATTIVITA’) non previste dalla vigente legge professionale. Occorre
rifarsi a quanto previsto dall’art.17-bis esplicitando i propri settori di
esercizio e le materie di attività prevalente. Non si ritiene rientrante fra
queste ultime il citato incarico di Curatore Fallimentare. Non risultano
nominativamente indicati i collaboratori ai quali si fa riferimento in diverse
pagine. Il sito risulta registrato presso il pubblico registro a nome di ** con indirizzo diverso da quello dello studio. Si suggerisce
l’aggiornamento dei dati, ma il dominio risulta comunque riconducibile
all’intestatario.

***

A questo punto, vista l’ora tarda, si
rinvia l’esame delle più recenti segnalazioni alla prossima riunione, da
convocarsi dopo le ferie estive. La seduta viene tolta alle ore 13,00.

Il Segretario Avv. MARIA S. BONANNO

Il
Coordinatore  Avv. GIANNANTONIO DANIELI