Articolo

Verbale riunione del 23 settembre 2011

Ordine degli Avvocati di Verona

______

COMMISSIONE
DEONTOLOGIA

________

Convocata a mezzo e-mail, la Commissione si
è riunita oggi 23 settembre 2010 alle ore 11,15 presso la sede del
Consiglio dell’Ordine in Verona, Piazza dei Signori. Presenti: il
Coordinatore Avv. Giannantonio Danieli, il Segretario Avv. M.
Bonanno, i Consiglieri Avv.ti Mauro Regis, Giuliano Dalfini e Paolo
Pezzo, i Commissari Avv.ti: Mirko Ghirlanda, Valerio Nicosia, Luca
Venturini, Sabrina De Santi, Ilaria Castellani, Silvia Muraro.
Assenti giustificati gli Avv.ti: Luigi Pasetto, Aldo Bulgarelli,
Ermanno Fornaciari, Fabio Luciani, Fabio Callegati, Michele Tommasi.

Ordine
del giorno:

- pareri richiesti dagli iscritti;

- esame nuovi siti web;

- prosecuzione attività di revisione dei
siti già registrati;

- varie ed eventuali.

1) PARERI:

- Richiesta Avv. ******** ricevuta dal
Consiglio il 5.7.2011 prot. n.5465:
il Collega propone un testo
di lettera informativa per potenziali clienti. La Commissione, dopo
breve discussione, ritiene che la lettera sia conforme alle
disposizioni deontologiche e pertanto utilizzabile a fini di
informazione promozionale, purchè indirizzata, in busta chiusa, a
destinatari specificamente individuati. Si evitino: l’indicazione
di disponibilità per visita a domicilio (che si può comunque
effettuare) e la locuzione “Nell’auspicio di non averVi
annoiato”.

- Risposta Avv. ******** a richiesta di
invio giornale da parte della Commissione (segue da verbale del
27.5.2011) – pervenuta in Consiglio il 20.7.11
: La Commissione
non ha nulla da rilevare sulla rubrica tenuta dalla Collega e, per
quanto appare dalla pagina trasmessa, dal suo contesto.

- Richiesta Ing. **********, inoltrata
dal Consilio il 19.7.2011
: Si richiede se l’Avvocato possa
utilizzare una corrispondenza della controparte (non del Collega di
controparte) qualificata come riservata alla persona, che lo stesso
avvocato aveva richiesto di sottoporgli in forma scritta per poterla
trasmettere alla propria cliente. La Commissione, premesso di non
poter rendere pareri su questioni specifiche che potrebbero
costituire oggetto di sindacato disciplinare del Consiglio
dell’Ordine, in via generale e astratta ritiene che, pur
applicandosi l’art. 28 CDF alla sola corrispondenza riservata fra
Colleghi, sia dovere dell’Avvocato attenersi scrupolosamente al
dovere di lealtà anche nei confronti diretti della controparte, pur
nel pieno rispetto del dovere di difesa del proprio cliente.
L’individuazione di una precisa mancanza nel caso di specie
comporterebbe l’accertamento di circostanze fattuali che non
pertiene a questa Commissione di studio. Si rimette al Consiglio
l’opportunità di proporre quesito astratto alla Commissione CNF,
sulla producibilità di corrispondenza della controparte qualificata
cime riservata

- Richiesta Avv. ******* su proposta di
contratto della provincia di Verona:
Dopo breve discussione, la
Commissione rileva che la bozza trasmessa non specifica le effettive
mansioni affidate all’incaricato (“gestione sportello”). Da
diversi spunti è peraltro intuibile che si tratti di rapporto di
lavoro con carattere di subordinazione o comunque rimesso alle
direttive della Provincia ( “indirizzi di coordinamento….alle
quali il Collaboratore dovrà attenersi”, il controllo sulla
regolare esecuzione delle prestazioni sarà svolto da….”,
“l’incaricato dovrà formulare un resoconto dettagliato”). Lo
stesso si evince sotto il profilo contributivo - previdenziale..

La Commissione esprime pertanto parere
negativo sulla compatibilità di tale rapporto con l’esercizio
della professione forense.

- Richiesta Avv. *********** ricevuta dal
Consiglio il 2.9.2011 prot. n.6567
in ordine alle attività ed
alla carta intestata che l’iscritto potrà utilizzare dopo
l’avvenuta cancellazione per pensionamento di anzianità.

Dopo breve discussione la Commissione
ritiene che:

* l’avvocato cancellato dall’albo per
pensionamento possa utilizzare il titolo di Avvocato e svolgere
attività di consulenza legale, esplicitando tale attività sulla
carta intestata propria ed evitando la dizione “studio legale”,
riservata agli iscritti;

* la successione nelle cause aperte in cui
non vi siano altri co-procuratori, potrà avvenire per costituzione
spontanea del nuovo difensore, non applicandosi l’interruzione del
processo alla cancellazione volontaria del procuratore;

Viene sollevato il problema dell’utilizzo
da parte degli altri componenti dello studio, del cognome
dell’Avvocato cancellato per pensionamento sulla targa (es.: STUDIO
LEGALE *****), in quanto l’art.17 CDF prevede solo l’ipotesi
dell’avvocato deceduto che, evidentemente, non può trarne
giovamento. Alcuni Commissari ritengono che la limitazione sia stata
adottata al fine di riservarne la disponibilità al defunto stesso o
ai suoi eredi e non di escludere l’ipotesi similare del
pensionamento.

Dopo lunga discussione la Commissione, non
avendo raggiunto una decisione unanime, rimette la questione al
Consiglio perché venga proposta richiesta di parere alla Commissione
Consultiva del CNF.

2) NUOVI SITI: wwwwww (trasmesso via
mail dal Consiglio in data 2.8.2011). Il Segretario riferisce che il
sito è regolare nelle forme, nei contenuti e quanto alla
registrazione.

3) REVISIONE SITI:

wwwwwwww (primo esame 19.2.2010 –
successive revisioni 26.5.2010 e 17.12.2010 risultava irregolare).
Permangono le irregolarità relative all’esposizione di articoli di
giornale ed alla raccolta di praticanti, per le quali nella seduta
del 26.5.2010 la Commissione rilevava: “In merito alla
pubblicazione sul sito di articoli di giornale riproducenti la
cronaca di casi giudiziari condotti dall’Avv. ***, dopo breve
discussione, la Commissione osserva che dette riproduzioni presentano
il carattere dell’autoreferenzialità (art.18 can.II), rivelano i
nominativi dei clienti (anche se già pubblicati dai media, ma in
altro contesto) e non rientrano fra i dati informativi obbligatori o
facoltativi di cui all’art.17-bis, realizzando peraltro un ritorno
d’immagine mediatica indiretto, mentre la norma propone l’utilizzo
di siti (e strumenti informativi in genere) “propri dell’avvocato”.

Infine non appare pertinente la ricerca
di praticanti (pagina LAVORA CON NOI), in quanto non ha contenuto
informativo per il pubblico (dei praticanti), anche perché non
esplicita chi sono, oltre all’Avv. Zantedeschi, i professionisti
interessati al recepimento di praticanti.”

Da visura presso il pubblico registro
effettuata dal segretario, a settembre 2011 il dominio risulta
registrato e amministrato da Future City di ****
Organizzazione:Future City di Salvaderi Enea, via firenze, 25, 29016
- CORTEMAGGIORE (PC) e non direttamente al professionista, come
suggerito dalla Commissione per esigenze di responsabilità dirette
dei contenuti.

wwwwwwwwwwwwww (primo esame 11.7.2008
– ult. revisioni 30.10.2009) permangono gravissime irregolarità.
Non si conosce il foro né il nome esatto dell’iscritto. La
Commissione propone che il Consiglio provveda a rintracciarlo e
avviare procedimento disciplinare, La compentenza è quella del luogo
dove si verifica l’illecito.

wwwwwww(ex wwwwwww - primo esame
11.7.2008 – revisione 30.10.2009 risultava regolare). Nulla da
rilevare.

wwwwwww (primo esame 17.12.2010).
Permane una certa confusione nell’indicazione dei collaboratori
esterni allo studio. Non è chiaro chi sono gli avvocati che fanno
effettivametne parte dello studio.

wwwwwww (primo esame 10.10.2008 –
revisione 30.10.2009). Le attività appaiono sovrabbondanti rispetto
al numero di collaboratori interni o esterni, che peraltro è
difficile individuare. Appare poco chiara e/o adeguata la dizione
assistenza lobbistica, che andrebbe chiarita e relazionata con le
specifiche competenze legali impiegate.

La seduta viene tolta alle ore 13,15. Si
rinvia l’esame delle relazioni presentate dai relatori presenti ed
assenti giustificati, invitando gli altri relatori a far pervenire al
segretario altre relazioni assegnate.

Il Segretario

Avv. MARIA S. BONANNO

Il Coordinatore

Avv. GIANNANTONIO
DANIELI