Articolo

LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DEL SITO WEB

COMMISSIONE DEONTOLOGIA

LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DELLO STUDIO LEGALE
(testo approvato 17.12.2010)

- Registrazione dominio: a nome del professionista, associazione o società di avvocati, con tutti i dati identificativi; il nome a dominio può naturalmente essere costituito da sigla, abbreviazione o acronimo, ma non da qualsiasi dicitura che ingeneri confusione con autorità ed enti ufficiali.

- Non ammesse pagine web informative su siti di terzi, spazi gratuiti o comunque in commistione con enti commerciali e pubblicità.

- Dati informativi obbligatori: tutti. Tutti i collaboratori cui si faccia riferimento devono essere espressamente indicati. 

- Dati informativi facoltativi: l’elencazione normativa non deve considerarsi esaustiva. Sono ammessi anche fotografie, saggi e materiali giuridici, curricula degli studi e delle esperienze scientifiche (pubblicazioni, convegnistica), collegamenti ipertestuali ad altri siti di informazione giuridica, ufficiali e non, nel rispetto di sobrietà e pertinenza. Non è di per sè irregolare, sul sito, il
ricorso a strumenti informativi come filmati, articoli di giornale e interviste, purchè formalmente decorosi e sobri, indipendenti e pertinenti nei contenuti, non autocelebrativi neppure mediante richiamo a risultati di successo già pubblicati dai media.

- No specializzazioni, finchè non previste dalla normativa professionale.

- I settori di esercizio sono quelli tradizionali (diritto civile, penale, amministrativo, tributario); le materie di attività prevalente, nell’ambito di ciascun settore, devono essere espresse in modo chiaro e veritiero. Non ammessi pleonasmi, elencazioni eccessivamente dettagliate o sovrabbondanti in relazione al numero dei professionisti, materie non pertinenti (es.: attività
estranee come risultati sportivi, incarichi giudiziali) o addirittura incompatibili (es.: mediazione immobiliare).

- Gli argomenti di presentazione devono essere chiari, concisi e non captatori né autocelebrativi.
No a comparazioni e denigrazioni di terzi, neppure in forma allusiva o negativa. No ad esplicite offerte di prova, visite a domicilio, riferimenti alla facilità di approccio (es.: avvocato automunito o poliglotta). No a promesse di sconti o altre allusioni non chiare alle pattuizioni sul compenso. No indicazione dei risultati raggiunti o della percentuale di cause vinte. No all’uso della restazione
gratuita (non di per sè vietata) come strumento promozionale.

- Ammesso il sito di professionisti con studi diversi (cd. network), purchè tale natura sia dichiarata e siano chiari ed evidenti i dati informativi di ciascuno dei professionisti.

- No alla raccolta di dati personali di visitatori e/o clienti, in mancanza dell’informativa e delle misure tecniche di sicurezza di cui al D.lgs 196/2003 e relativo capitolato tecnico.