Articolo

Avvocati Stabiliti

Le domande di iscrizione nell’apposita sezione speciale dell’albo da parte di coloro che intendono acquisire la qualità di “avvocato stabilito” devono rispettare le seguenti condizioni e prescrizioni (testualmente tratte dal Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n. 96, art. 6, commi 3, 4 e 5):
1. La domanda di iscrizione deve essere corredata dai seguenti documenti:
a) certificato di cittadinanza di uno Stato membro della Unione europea o dichiarazione sostitutiva;
b) certificato di residenza o dichiarazione sostitutiva ovvero dichiarazione dell’istante con la indicazione del domicilio professionale;
c) attestato di iscrizione alla organizzazione professionale dello Stato membro di origine, rilasciato in data non antecedente a tre mesi dalla data di presentazione, o dichiarazione sostitutiva.
d) ricevuta attestante il versamento della somma di euro 200,00 (da versarsi prima dell'iscrizione tramite bonifico bancario) quale tassa di prima iscrizione.
2. Se l’interessato fa parte di una società nello Stato membro di origine, è tenuto ad indicare nella domanda la denominazione, la relativa forma giuridica e i nominativi dei membri che operano in Italia.
3. La domanda di iscrizione deve essere redatta in lingua italiana; i documenti, ove redatti in una lingua diversa da quella italiana, devono essere accompagnati da una traduzione autenticata.