Articolo

Avvocato - Norme deontologiche - Rapporti con la parte - Negligenza del difensore d'ufficio.

Costituisce comportamento deontologicamente rilevante l’aver ripetutamente omesso di presenziare all’udienza quale difensore d’ufficio senza aver addotto legittimo impedimento, non costituendo giustificazione il trasferimento dello studio e la conseguente difficoltà a riorganizzare l’attività professionale (nella fattispecie è stata ritenuta adeguata la sanzione dell’avvertimento in considerazione della mancanza di precedenti e del corretto comportamento processuale).

(Verona, 17 gennaio 2011, presidente Piazzola, relatore Regis)