Articolo

Avvocato - Norme deontologiche - Rapporti con la parte - Richiesta di compensi sproporzionati

Commette
violazione dell’art.43 canone generale L.P.F. l’avvocato che
richiede un compenso manifestamente sproporzionato (nella specie il
triplo degli onorari massimi per un processo, i cui fatti contestati
e le questioni giuridiche tratte non appaiono di particolare
complessità)

 (Verona, 7 gennaio 2013, presidente Piazzola, relatore Zuniga)