Articolo

FATTURAZIONE ELETTRONICA - INDICAZIONI

Si trasmettono ai Colleghi interessati alcune note sulla emissione, trasmissione, conservazione e archiviazione esclusivamente in forma elettronica delle fatture emesse nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, regime obbligatorio a decorrere dal 6.6.2014, ai sensi dell'art.1 commi 209-213 L.n.244/2007 e succ. mod..e DM 3.4.2013 n.55.
- I difensori iscritti nelle liste per il Patrocinio a Spese dello Stato che abbiano ottenuto il decreto di liquidazione presso il Tribunale di Verona attendano l'invito dell'Ufficio Spese di Giustizia (secondo la prassi previgente) prima di procedere alla fatturazione elettronica; l'invito perverrà via pec e conterrà le indicazioni operative ed un prospetto riepilogativo della liquidazione;
- sul sito ministeriale www.fatturapa.gov.it sono disponibili gratuitamente il sistema di interscambio e tutte le istruzioni per predisporre e trasmettere direttamente all'Ufficio le fatture elettroniche; è possibile anche effettuare delle simulazioni, a scopo di esercizio;
- prima di accedere al servizio è necessario registrarsi sul sito dell'Agenzia delle Entrate, sezione fisconlinehttps://telematici.agenziaentrate.gov.it/Abilitazione/Fisconline.jsp; la registrazione comporta l'indicazione del codice fiscale e dell'importo relativo all'ultima dichiarazione dei redditi; i codici di accesso verranno trasmessi entro pochi giorni, con le modalità ivi indicate;
- i codici IPA necessari per procedere alla fatturazione sono reperibili sul sitowww.indicepa.gov.it ; il codice IPA PER LE SPESE DIGIUSTIZIA del Tribunale di Verona è H90FIQ ;
- è necessario inoltre acquisire il codice fiscale dell'Ufficio; quello del Tribunale di Verona è 80025900236;
- le fatture elettroniche devono avere una numerazione progressiva separata dalle altre ed essere registrate in un sezionale separato;
- è importante l'indicazione del numero dell'istanza, assegnato in fase di liquidazione;
- altre specifiche indicazioni per la redazione della fattura sono indicate negli allegati all'invito che riceverete via pec dall'Ufficio;
- si precisa che il sistema ministeriale (www.fatturapa.gov.it) non è un programma di calcolo, ma di mera compilazione, emissione e trasmissione dellla fattura; è quindi consigliabile preliminarmente stampare una bozza della fattura con il sistema tradizionale ed importarne poi i dati richiesti (onorari, oneri previdenziali, importo imponibile etc.) come da prospetto riepilogativo che verrà fornito dall'Ufficio, insieme con l'invito;
- detto programma ministeriale non assolve agli obblighi di conservazione ed archiviazione delle fatture elettroniche, previsti dalla normativa sopraccitata;
- in alternativa, è possibile utilizzare altri programmi (a pagamento) che consentono, in unicum, di affidare all'intermediario tutti gli oneri di emissione, trasmissione, conservazione e archiviazione esclusivamente in forma elettronica; si segnalano, fra le varie, le offerte riservate agli Avvocati da parte di: Sistemi Contabili SpA (http://www.sistemicontabili.it/studilegali.php?FATTUREPA); Namirial Spa (http://www.namirial.com/sicurezza-informatica/fatturazione-elettronica/);
- Si allegano (per visualizzare fate click sugli allegat):
D.M. FIN. 3.4.2013 N.55
Istruzioni operative gentilmente condivise dall'USG del Tribunale di Padova.
- Per richieste di chiarimenti nella fase di fatturazione è possibile contattare l'Ufficio Spese di Giustizia presso il Tribunale di Verona spesegiustizia.tribunale.verona@giustizia.it