Articolo

Integrazione delle disposizioni per la presentazione della domanda di avvocato specialista per comprovata esperienza.

REGOLAMENTO SPECIALIZZAZIONI D.M. 144 DEL 12.08.2015

Integrazione delle disposizioni per la presentazione della domanda di avvocato specialista per comprovata esperienza.

Si informano tutti gli Iscritti che, ad integrazione e parziale modifica delle indicazioni fornite con la comunicazione del 13 novembre 2015, ai fini della domanda di avvocato specialista per comprovata esperienza, le domande, anziché essere inviate a mezzo pec, come precedentemente indicato, dovranno essere depositate in forma cartacea.

Tutta la documentazione a sostegno della domanda, invece, dovrà essere depositata in n. 2 (due) copie identiche di un CD/DVD contenente i file digitali allegati (indicando sul supporto il nome e cognome e l’anno, mese e giorno di presentazione) presso la Segreteria dell’Ordine degli Avvocati; ciò al fine di agevolare sia il loro esame che l’invio, in fase successiva, al Consiglio Nazionale Forense.

Per facilitare il richiedente, si unisce modello di domanda che è stato predisposto dall’Unione Triveneta con alcune indicazioni utili per la compilazione e l’allegazione dei documenti richiesti, modificata con le nuove modalità di deposito, come sopra specificate (vedi allegato).

Gli Iscritti che avessero, nel frattempo, già provveduto a trasmettere la domanda a mezzo pec, potranno provvedere all’integrazione della stessa mediante il deposito delle n. 2 (due) copie identiche del CD/DVD presso la Segreteria dell’Ordine degli Avvocati.

Per tutte le comunicazioni attinenti alla presentazione della domanda di avvocato specialista per comprovata esperienza, il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati ha attivato una pec dedicata specializzazioni@ordineavvocativrpec.it che potrà essere utilizzata sia per chiarimenti in merito alla redazione della domanda, prima del deposito, che per l’invio delle eventuali richieste di integrazione della domanda e/o per chiarimenti in merito al deposito della stessa.

Si fa presente che, nei prossimi giorni, il Consiglio Nazionale Forense farà pervenire ulteriori indicazioni dirette a chiarire alcuni dubbi e perplessità che sono già emerse anche dall’esame delle domande pervenute al Consiglio ed altre che sicuramente gli Iscritti rileveranno nella compilazione della domanda.