Articolo

Mozione del COA di Udine

Gentili Colleghe Egregi Colleghi

Riceviamo una comunicazione del COA di Udine relativa al provvedimento di perquisizione (abitazione studio) posto in essere dalla Procura di Udine a carico di due iscritti di quel Foro

Il COA di Verona condivide i principi esposti nella mozione del COA di Udine. Il fatto addebitato dalla Procura è rappresentato dall’aver suggerito ad un indagato, loro assistito, di avvalersi della facoltà di non rispondere in sede di interrogatorio disposto dal PM, con ciò immaginando la configurazione del reato di favoreggiamento ed infedele patrocinio. Il Tribunale del Riesame di Udine, peraltro, con un’articolata e condivisibile motivazione, ha annullato il decreto di perquisizione disposto dal GIP. Ci sembrava opportuno manifestare la solidarietà ai Colleghi di Udine oltreché diffondere anche all’interno del nostro Foro la predetta mozione

Il Presidente

Sandro Rigoli

Documenti allegati: