Articolo

Verbale n. 41 del 23 ottobre 2017

CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA

ESTRATTO DEL PROCESSO VERBALE N.41

DELLA SEDUTA DEL 23 OTTOBRE 2017

ORE 14.30

CONVOCAZIONI PRATICANTI MOROSI ORE 14:00

…OMISSIS…

Oggi alle ore 14.30 si è riunito presso la sua sede in Verona, Via Teatro Ristori, 1, il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Verona.

 Sono presenti tutti i Consiglieri, ad eccezione degli avv.ti. Cristina Castelli, Franco Vinci e Nicola Manzini, assenti giustificati, e degli avv.ti Paolo Longhi e Luca Tirapelle che hanno preannunciato ritardo

Il Consiglio, preso atto della mancata comparizione degli iscritti sopra elencati, delibera di procedere alla verifica delle singole posizioni per dar corso ad eventuali procedimenti di cancellazione nel caso ne sussistano i presupposti. Si delega all’esame delle posizioni l’avv. Simone Curi e l’avv. Elena Panato.

Preso invece atto della regolarizzazione della posizione contributiva da parte di cinque praticanti, oggi tutti comparsi, il COA delibera l’archiviazione dei rispettivi procedimenti relativi alla morosità.

Preliminarmente si procede ai seguenti incombenti ed audizioni:

Ore 14.30 giuramenti

1) APPROVAZIONE DEL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 16.10.2017 ED ESTRATTO DEL VERBALE DELLA SEDUTA 16.10.2017

Il CdO approva sia il verbale che l'estratto.

* * *

2) ISTANZE PER PATROCINIO A SPESE DELLO STATO

Il CdO manda al Presidente e al Segretario di sottoscrivere il presente verbale per la parte relativa alle singole delibere riguardanti il patrocinio civile, anche prima dell’approvazione dell’intero verbale della seduta, e ciò al fine di estrarne copia conforme da trasmettere agli istanti in caso di ammissione o rigetto delle relative domande.

Il C.d.O., esaminate le istanze pervenute, delibera di ammetterne ventisei, di respingerne una e di richiedere tredici chiarimenti.

*  *  *

Alle 15 si allontana l’avv. Elena Panato

* * *

Avv. Francesca Piazza

Il C.d.O., vista l’istanza e la relazione allegata, delibera di iscrivere l’avv. Francesca Piazza nell’elenco degli avvocati abilitati al patrocinio a spese dello Stato in materia di diritto di famiglia e delle persone.

* * *

3) AUTORIZZAZIONI ALLA NOTIFICAZIONE IN PROPRIO

Il C.d.O., presa visione delle istanze presentate, delibera di autorizzare a notificare in proprio i seguenti avvocati:

Avv. Francesca Agostinelli

Avv. Sara Laterza

* * *

4) ESPOSTI

8031/17 Il CoA manda alla segreteria di eseguire gli adempimenti di cui agli artt. 50 c.4 LP e 11 c. 1 reg. n.2/2014, dandone avviso per conoscenza all’esponente.

7925/2017 Il CoA manda alla segreteria di eseguire gli adempimenti di cui agli artt. 50 c.4 LP e 11 c. 1 reg. n.2/2014, dandone avviso per conoscenza all’esponente

7884/2017 Il CoA manda alla segreteria di eseguire gli adempimenti di cui agli artt. 50 c.4 LP e 11 c. 1 reg. n.2/2014, dandone avviso per conoscenza all’esponente

7892/2017 Il CoA manda alla segreteria di eseguire gli adempimenti di cui agli artt. 50 c.4 LP e 11 c. 1 reg. n.2/2014, dandone avviso per conoscenza all’esponente

7888/2017 Il CoA manda alla segreteria di eseguire gli adempimenti di cui agli artt. 50 c.4 LP e 11 c. 1 reg. n.2/2014, dandone avviso per conoscenza all’esponente

* * *

5) RICHIESTA DI ESPERIMENTO DI CONCILIAZIONE

nuove:

8060/17: rel. avv. Longhi

vecchie:

* * *

6) SPECIFICHE

- nuove:

- da liquidare:

75/17: rel. Avv. P. Zucconelli – Istanza di rinuncia alla liquidazione parcella e ritiro della stessa. L’avv. Zucconelli riferisce e il COA dispone l’archiviazione.

402017 - rel. avv. Gortenuti e Curi -

41/2017 - rel. avv. Gortenuti e Traspedini -

42/2017 - rel. avv. Gortenuti e Vinci -

74/2017 - rel. avv. Traspedini e Zucconelli

* * *

7) ISCRIZIONI

Il CdO, presa visione delle istanze presentate, delibera le seguenti iscrizioni

Registro Speciale degli Praticanti

Elisabetta Sartori

Giorgia Panese – per trasferimento dall’Ordine di Lecce

* * *

Registro Speciale dei Praticanti ammessi all’anticipazione di un semestre di pratica

Emily Franchini

Carlotta Lonardi

Sophie Charlotte Monachini

* * *

8) Approvazione LIBRETTI PRATICA E ammissione al patrocinio art. 8 R.D. 1934/37

a) approvazione libretti pratica

Il C.d.O. approva i semestri di pratica di diciotto praticanti.

Il CdO sospende l’approvazione di un libretto.

Il C.d.O., verificata la sussistenza dei requisiti previsti, ammette i seguenti praticanti al patrocinio:

b) ammissione al patrocinio

Elena Galli Righi

c) ammissione al patrocinio ex art. 41 co. 12, Legge 247/2012

Enrico Franchini

* * *

9) COMPIUTA PRATICA

Il C.d.O., viste le istanze presentate, delibera di concedere il certificato richiesto a nove praticanti.

* * *

10) SOSPENSIONE VOLONTARIA ESERCIZIO PROFESSIONE FORENSE EX ART. 20, co. 2 L. 247/2012

Avv. Silvia Campigotto. Il COA delibera la sospensione richiesta.

* * *

11) RILASCIO NULLAOSTA

Il C.d.O., vista l’istanza presentata, delibera di concedere il certificato richiesto

* * *

12) CANCELLAZIONI

Il C.d.O., accertato che nei loro confronti non sono in corso procedimenti disciplinari, dichiara la cancellazione dei seguenti iscritti:

dal Registro Speciale dei Praticanti

Elisa Ortombina

Gianluca D’Annibale

Daniele Giacino

dal Registro Speciale dei Praticanti con abilitazione

Alessandra Bertacco

* * *

13) COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE

a)     E-mail 17.10.2017 Cassa Risparmio del Veneto, invio 27/10/2017 incontro con Romano Prodi. Il Presidente riferisce e il COA delega a partecipare l’avv. Paolo Longhi

b)     E-mail 17.10.2017 Invito personale Premio Internazionale Ludovic -Trarieux 2017. Il Presidente comunica l’invito pervenuto ai consiglieri ma nessuno al momento può partecipare per impegni precedenti assunti.

c)      Giudice di Pace Legnago: iscrizione a ruolo e prima udienza. Il Presidente espone che ha verificato di persona che la causa è iscritta a ruolo ed immediatamente dopo si tiene anche la prima udienza non applicandosi di fatto la prassi che è stata concordata avanti il Giudice di Pace di Verona. Il COA delega l’Avv. Traspedini a predisporre lettera da inviare alla Presidente al fine di verificare i motivi.

* * *

14) COMUNICAZIONI DEL VICE PRESIDENTE

a)     Formazione del Gruppo di Lavoro per Protocollo in materia di responsabilità medica.

L’avv. Tantini riferisce al COA relativamente all’esito della riunione del Direttivo di Valore Prassi tenutasi il 12 ottobre u.s. nel corso della quale è stata convenuta l’opportunità di formare un Gruppo di lavoro per la stesura di un Protocollo in materia di responsabilità medica, come da delibera del COA in data 18.09.2017. Il Dott. Lanni presiederà il gruppo di lavoro che sarà limitato ad un massimo di 40 componenti e che si incontrerà per costituirsi il giorno 22 novembre alle ore 15.30, presso la Sala Zanconati del Tribunale.

Il COA preso atto di quanto sopra, dispone di comunicare a tutti gli iscritti la formazione del gruppo di lavoro e la data di convocazione invitando i colleghi che intendono prendervi parte che sarà gradito un apporto fattivo, garantendo la presenza una volta aderito all’iniziativa.

b)     Scuola Forense – affiancamento

L’avv. Tantini relaziona il COA sulla necessità che gli incombenti relativi alla Scuola Forense vengano gestiti, unitamente alla dipendente, anche da altra persona che possa autonomamente gestirli in caso di assenza, malattia e/o ferie dell’incaricata.

Il COA, preso atto di quanto sopra delibera di incaricare altra dipendente affinché   provveda,  in sostituzione della titolare, agli incombenti della Scuola Forense in caso di assenza, malattia e/o ferie dell’incaricata.  

* * *

15) COMUNICAZIONI DEL SEGRETARIO

a)     Pec 13.10.2017 CDD Veneto: proc. 165/17– archiviazione. Il Consigliere Segretario riferisce e il COA delibera di non impugnare il provvedimento del CDD.

a)     Pec 13.10.2017 CDD Veneto: segnalazione 81/17– archiviazione. Il Consigliere Segretario riferisce e il COA delibera di non impugnare il provvedimento del CDD.

b)     Pec 13.10.2017 CDD Veneto: segnalazione 2309/17– archiviazione Il Consigliere Segretario riferisce e il COA delibera di non impugnare il provvedimento del CDD..

c)     Pec 13.10.2017 CDD Veneto: segnalazione 67/16– archiviazione. Il Consigliere Segretario riferisce e il COA delibera di non impugnare il provvedimento del CDD.

d)     Pec 13.10.2017 CDD Veneto: proc. 713/17– archiviazione. Il Consigliere Segretario riferisce e il COA delibera di non impugnare il provvedimento del CDD.

e)     Pec 13.10.2017 CDD Veneto: proc. 713/17– archiviazione. Il Consigliere Segretario riferisce e il COA delibera di non impugnare il provvedimento del CDD.

f)       Pec 13.10.2017 CDD Veneto: segnalazione 229/17– archiviazione Il Consigliere Segretario riferisce e il COA delibera di non impugnare il provvedimento del CDD..

g)     Pec 13.10.2017 CDD Veneto: segnalazione 51/17– archiviazione. Il Consigliere Segretario riferisce e il COA delibera di non impugnare il provvedimento del CDD.

h)     Pec 13.10.2017 CDD Veneto: proc. 238/17– archiviazione. Il Consigliere Segretario riferisce e il COA delibera di non impugnare il provvedimento del CDD.

i)       Pec 13.10.2017 CDD Veneto: proc. 240/17– archiviazione Il Consigliere Segretario riferisce e il COA delibera di non impugnare il provvedimento del CDD..

j)       Pec 13.10.2017 CDD Veneto: segnalazione 26/17– archiviazione. Il Consigliere Segretario riferisce e il COA delibera di non impugnare il provvedimento del CDD.

k)     Pec 13.10.2017 CDD Veneto: proc. 713/17– archiviazione. Il Consigliere Segretario riferisce e il COA delibera di non impugnare il provvedimento del CDD.CDD.

l)       Pec 16.10.2017 Comune di Soave: invio elenco professionisti servizi legali 2^ semestre. Il Segretario riferisce che il Comune di Soave ha comunicato l’elenco degli Avvocati che hanno dato la disponibilità per assumere incarichi e il COA prende atto.

m)     E-mail 17/10/2017 C.N.F. Regolamento CNF n. 2/2014 sul procedimento disciplinare – proposta di modifica art. 33, co. 3. Il Segretario illustra la proposta di modifica del Regolamento del procedimento disciplinare pervenuta dal CNF e il COA ritiene di condividere tale modifica e delibera di approvarla. Si delega la Segreteria a comunicare al CNF secondo le modalità indicate dal CNF.

n)     E-mail 17/10/2017 Tribunale di Verona: applicazione Giudici. Il Segretario riferisce e il COA dispone la comunicazione agli iscritti.

* * *

16) COMUNICAZIONI DEL TESORIERE

a)     Contributi Collegiali 2017 per avvocati ordinari e cassazionisti (da seduta del 16.10.17):

Dando atto dell’intervenuto pagamento da parte di quattro iscritti, il Coa delibera di archiviare i procedimenti nei loro confronti.

Si dà atto anche del pagamento da parte di due avvocati convocati  per il 6.11.2017, e si delibera l’archiviazione del relativo procedimento.

Preso invece atto del mancato riscontro alla convocazione fissata per il 16.10.17 e del mancato pagamento dei contributi collegiali anche successivamente a detta data, da parte di due avvocati, il COA rinvia ad una prossima seduta la delibera formale di sospensione amministrativa degli interessati e la segnalazione al CDD.

b)     Revoca convocazione del 23 ottobre 2017 a seguito pagamento contributi collegiali anno 2017 di sette praticanti:

Dando atto dell’intervenuta regolarizzazione, prima della data odierna, fissata per la convocazione, della posizione degli iscritti sopra elencati quanto al pagamento dei contributi collegiali per il 2017, il COA revoca le rispettive convocazioni e archivia i procedimenti.

c)      Proposta IPSOA – Wolters Kluwer e situazione generale biblioteca (avv. Panato e Gortenuti): la questione viene rinviata ad una delle prossime sedute.

d)     Step srl, richiesta di pagamento fatt. n. PA11 del 30.09.17: trattasi di pagamento pulizie mensili (mese di settembre 2017) addebitate, come da contratto in corso con la Step, per l’importo di € 1.315,00 (esenti iva). Il COA autorizza il pagamento e delega il Tesoriere.

e)     Gamma S.p.a., richiesta di pagamento fatt. n. 109/PA del 19.10.17: trattasi di fattura per l’importo di € 551,24 (oltre iva per € 121,27) relativo alla quota fissa di noleggio, per il periodo 1.10.17-31.12.17, e per le copie effettive relative al periodo 1.07.17-30.09.17, di tutte le stampanti di cui è dotata la sede dell’Ordine (ad eccezione delle 2 piccole di proprietà in dotazione alla contabilità e della multifunzione Sharp), per l’importo di € 672,51 di cui € 551,24 da pagare in prima battuta ed € 121,27 quanto all’iva scissa. Il Coa autorizza i pagamenti secondo le scadenze indicate e delega il Tesoriere. 

f)       E mail 18/10/17 avv. Solenni per autorizzazione preventivo per omaggi delegazione Veronese per CdO di Francoforte: in vista dell’imminente trasferta a Francoforte, il cui Ordine è gemellato con quello di Verona, di una delegazione di colleghi veronesi e di cui alla riunione della commissione per i rapporti internazionali del 17.10 u.s., l’avv. Solenni ha fatto pervenire la richiesta di poter portare con sé, al fine di omaggiare il Presidente e due consiglieri dell’Ordine ospitante, ritirandole presso la sede, n. 3 porta carte di credito con sigillo del Consiglio dell'Ordine; chiede altresì di poter essere autorizzato all'ulteriore spesa, sino ad un massimo di Euro 150,00, al fine di permettere alla Delegazione di portare, come di  consueto, un omaggio. Il Coa autorizza quanto richiesto.

* * *

17) FORMAZIONE –

Il Consiglio, in ordine alle richieste pervenute, visto:

- il Regolamento del 16 luglio 2015 n. 6 del Consiglio nazionale Forense;

- l’esito dell’istruttoria effettuata dalla propria Commissione per l’Accreditamento;

- il parere espresso dalla suddetta Commissione in merito alla sussistenza o meno dei requisiti, al numero attribuibile di crediti, alla concessione o meno, ove richiesta, di patrocinio e contributo economico;

delibera

motivando in conformità ai criteri oggettivi e predeterminati di cui all’art. 21 del regolamento del CNF e rispettate le prescrizioni relative al numero minimo e massimo di C.F. attribuibili a ciascuna tipologia di attività formativa quanto a:

a)     Service Center Catullo srl – richiesta di accreditamento evento 26.11.2017 “Caso Bossetti – una pietra miliare…” – n. 3 crediti, logo, delega alla rilevazione delle presenze e al rilascio degli attestati.

b)     Commissione Famiglia, ads e minori - Corso di formazione per la tutela del minore – 12 crediti di cui 3 in deontologia, a seguito di partecipazione del relativo modulo. Partecipazione almeno 80%. Iscrizione tramite riconosco e controllo cartaceo in entrata / uscita dai singoli moduli. Si dispone che venga inserito su Riconosco dal 27.10.2017

c)      Commissione Deontologia - Convegno 27 novembre 2017 “Dovere di difesa e abuso del processo”. N. 3 crediti formativi in materia obbligatoria di deontologia.

d)     Riconoscimento crediti ai membri dell’OVMF - n. 10 crediti per 2016 e n. 10 crediti per 2017. Il COA con l’astensione dell’avv. Tenuti, sentita la proposta dell’avv. Gortenuti, delibera di riconsocere a favore dei componenti dell’OVMF il n. di 10 crediti sia per l’anno 2016 che er l’anno 2017.

e)     Forum Lemniaci – richiesta di accreditamento evento in Legnago 10.11.2017, Unitarietà e centralità del contratto d’opera nel panorama dei contratti di servizi – richiesta accreditamento: n. 3 crediti. Riconosco.

f)       e-mail 18/10/2017 - Seminario Rocca Sveva. L’avv. Gortenuti riferisce la richiesta pervenuta che chiede indicazioni in ordine al titolo di avvocato d’impresa da utilizzare in occasione di un Convegno. Il COA, ritenuto che lq definizione “avvocato di impresa” non è riconosciuta nel nostro ordinamento né tantomeno costituisce una specializzazione da poter spendere verso i terzi, delibera di non autorizzare l’utilizzo di tale definizione e di non concedere crediti formativi in quanto non sono stati evidenziati profili giuridici e non è rivolto ad avvocati.

Alle ore 16,26 entra l’avv. Longhi

g)     Fondazione Toniolo – richiesta di accreditamento evento 24 novembre 2017 “Nuovi diritti: magistratura ed avvocatura a confronto”. n. 3 crediti.

h)     Camera Penale Veronese – richiesta di accreditamento e contributo evento 10 novembre 2017 “Il regime delle impugnazioni penali come ridisegnato dalla riforma Orlando”. N. 3 crediti formativi. Riconosco. Contributo come da regolamento.

i)       Aiaf – richiesta di accreditamento patrocinio e saluti per evento 6 novembre 2017 “Le nuove tutele dei soggetti deboli: cyberbullismo, stalking e non solo…”. N. 3 crediti formativi. Riconosco. Patrocinio e saluti

j)       Univr – richiesta di accreditamento e patrocinio con logo per evento 23 novembre 2017 “Decisioni dei soci e assemblea della SRL: questioni aperte”. N. 3 crediti formativi. Delega a rilevazione delle presenze e rilascio attestati

k)      richiesta esenzione obbligo formativo per sospensione attività. Il COA delibera la sospensione dall’obbligo formativo per il termine di un anno.

l)       richiesta di esonero dalla formazione per maternità. Il Consiglio, con l’astensione dell’avv. Rigoli, delibera di concedere l’esonero per gli anni 2016, 2017 e 2018, secondo regolamento

m)    richiesta di esonero dalla formazione per paternità. Il Consiglio delibera di concedere l’esonero per gli anni 2017, 2018 e 2019, secondo regolamento

 

Elenco Eventi – presenza del Presidente

* * *

18) AGEVOLAZIONI

e-mail 13/10/2017 Assiscaligera srl: nuovo obbligo assicurativo per la Categoria. L’avv. Montresor illustra i termini dell’agevolazione assicurativa di Assiscaligera srl che non ritiene idonea. Il COA condivide le motivazioni esposte dal relatore e delibera di non inserirla tra le agevolazioni.

* * *

19) COMUNICAZIONI DEI CONSIGLIERI

a)     E-mail 18/10/2017 arch. Maurizio Granata: relazione antincendio: rel. avv. Vinci. L’avv. Tantini per conto dell’avv. Vinci, oggi assente, relaziona in merito a quanto esposto dall’arch. Granata sull’obbligo di intervenire ai fini delle opere necessaria per adeguamenti in normativa antiincendo.

b)     Relazione trimestrale del Responsabile unico della prevenzione della corruzione e della trasparenza: rel. avv. Zambelli.

L’avv. Zambelli riferisce di aver predisposto la relazione trimestrale che viene integralmente riportata nel presente verbale.

RELAZIONE TRIMESTRALE DEL RESPONSABILE PREVENZIONE CORRUZIONE E TRASPARENZA (RPCT) AI SENSI DEL PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE, PER LA TRASPARENZA E L’INTEGRITA’ (PTPC), APPROVATO IN DATA 17 OTTOBRE 2016.

Il RPCT relaziona in merito allo stato di attuazione del Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione, per la Trasparenza e l'Integrità 2016-2018 (di seguito anche il “Piano”), approvato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Verona ( di seguito anche il “Consiglio”), e pubblicato in data 17.10.2016.

Una relazione trimestrale al riguardo da parte del RPCT è prevista nel Piano medesimo.

Quanto allo stato di attuazione delle misure preventive del fenomeno corruttivo contemplate nel predetto Piano, con riferimento ai principali processi sensibili dell’Ente, la cui verifica costituisce il compito principale del RPCT, non si sono registrate nel trimestre di riferimento significative novità rispetto all’analisi dettagliata proposta nella precedente relazione trimestrale, da intendersi per l’effetto quivi integralmente richiamata e trascritta.

Ciò posto, merita comunque di essere segnalato quanto segue.

In relazione al processo sensibile: attività in materia di conciliazione; subprocesso conciliazione tra colleghi e soggetti terzi, nella precedente relazione trimestrale era prospettata l’opportunità di incaricare sistematicamente due consiglieri per l’incombente. Sottoposta tale ulteriore cautela da parte dello scrivente RPCT all’attenzione del Consiglio nella seduta del 31 luglio u.s., nel corso della quale era discussa la precedente relazione, l’organo di indirizzo rilevava che, in considerazione dell’attività concretamente esercitata nelle fattispecie in questione, pareva sufficiente riservare la presenza di due consiglieri alle sole ipotesi di conciliazioni connotate da situazioni particolarmente complesse o delicate.

In relazione al processo sensibile: attività in materia di conferimento incarichi; subprocesso: individuazione dell’incaricato, si segnala che  nel trimestre di riferimento, il Consiglio è stato invitato da alcuni enti del Comune di Verona a segnalare i nominativi di alcuni iscritti per l’assegnazione di incarichi. Il Consiglio divulgava per l’effetto via mail a tutti i colleghi la notizia di tale opportunità e raccoglieva i curriculum pervenuti da coloro che avevano offerto la propria candidatura. Ciò posto, nella necessaria valutazione dei vari profili, dopo ampia discussione ed approfondito esame dei curriculum, il Consiglio deliberava di segnalare agli Enti i nominativi di quei colleghi che presentavano profili particolarmente attinenti al ruolo da svolgere, fornendo adeguata motivazione al riguardo, procedendo di seguito ad estrazione a sorte nei casi in cui le candidature erano numericamente superiori alle offerte.

Si segnala inoltre che, previa autorizzazione del Consiglio, lo scrivente RPCT partecipava in data 3 ottobre u.s. ad un seminario di studi tenuto in Modena da un magistrato della Corte dei Conti sulla seguente tematica: Il Piano Triennale anticorruzione per il 2017, con particolare riferimento agli ordini ed ai collegi professionali.

Ad avviso dello scrivente, il convegno ha permesso di acclarare che le misure preventive poste in essere dall’Ordine di Verona appaiono ad oggi nel complesso adeguate.

Alla luce di quanto emerso in detta occasione, l’Ente pare tuttavia ancora sfornito di un codice di comportamento per i dipendenti.

Il sottoscritto RPCT invita quindi l’Ecc. Mo Consiglio a stendere ed adottare detto codice a stretto giro.

Per il resto, in detto seminario, era posto in particolare l’accento sulla necessità di indicare i criteri di valutazione e di comparazione tra i vari candidati, laddove si tratti di procedere all’affidamento di incarichi a terzi.

Del pari, era individuato come particolarmente rilevante ai fini anticorruttivi il meccanismo della rotazione, con riferimento ad ogni processo sensibile. Tale misura andrà per l’effetto implementata dall’Ente nella sua massima estensione e potrà non trovare applicazione solo in presenza di particolari competenze in capo ad un determinato soggetto che rendano la formazione e l’addestramento di altri impossibile o gravemente antieconomica.

In ossequio all’onere formativo che compete all’RPCT, le dispense rilasciate ai partecipanti al convegno verranno messe a disposizione dei consiglieri e dei dipendenti dell’Ordine.

Lo scrivente sarà a disposizione di chiunque per ogni delucidazione al riguardo.

******

Il RPCT rappresenta che non sono pervenute in questi ulteriori tre mesi segnalazioni relative alla commissione di reati di corruzione, né tramite il meccanismo di whisteleblowing, né tramite altri canali.

Al momento non sono emerse criticità tali da giustificare un aggiornamento del Piano recentemente approvato.

Si rammenta infine che il RPCT non è dotato di personale né di strutture di supporto.

Tuttavia, essendo Consigliere dell'Ordine degli Avvocati di Verona, partecipa costantemente alle sedute nelle quali vengono adottate delibere.

Ciò agevola oggettivamente l'opera di monitoraggio e controllo che caratterizza la carica.

Il COA, dopo attenta disamina, approva la relazione trimestrale.

c)     Invio esposti CDD per mancato assolvimento dell’obbligo formativo:

Il CoA manda alla segreteria di eseguire gli adempimenti di cui agli artt. 50 c.4 LP e 11 c. 1 reg. n.2/2014, dandone avviso per conoscenza all’esponente.

d)     Riunioni del 17 ottobre e del 26 settembre 2017 del Comitato ex art. 13 e 67 disp att. c.p.c.: rel. avv. Casara. L’avv. Casara riferisce al COA l’esito delle riunioni del 17 ottobre e del 26 settembre 2017, ove ha presenziato quale delegato. Il COA prende atto.

e)     Elenco dei Custodi Giudiziari: rel. avv. Casara. L’avv. Casara riferisce al COA in ordine alla creazione dell’elenco dei custodi giudiziari e alla riunione tenutasi il 29 maggio 2017 alla presenza del Segretario avv. Pezzo e del Presidente del Tribunale Dott.ssa Magaraggia. Il COA delibera di prendere nuovamente contatto con la Presidente Magaraggia al fine di sapere in via definitiva la sua decisione di istituire l’elenco previsto dalla legge delegando all’uopo l’avv. Casara.

* * *

20) RICHIESTE DI INSERIMENTO NELLA LISTA DEI CURATORI (rel. avv. Bissoli)

Richiesta dell'avv. Italo Sandrini di inserimento nell'elenco delle procedure concorsuali: Rel. avv. S. Bissoli. Il COA, vista la richiesta dell'avv. Italo Sandrini di poter essere iscritto nell'elenco delle procedure concorsuali presso il Tribunale di Verona, sez. fallimentare, verificata la regolarità della situazione dei crediti formativi, delibera di comunicare al Tribunale la disponibilità del collega avv. Italo Sandrini ad assumere  incarichi nell'ambito di procedure concorsuali e di essere a tal fine inserito nell’ apposito “elenco".

* * *

21) DOMANDA ISCRIZIONE ELENCO GESTORI PER LA COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO (rel. Vinci)

* * *

22) RAPPORTO SETTIMANALE

* * *

23) VARIE EVENTUALI

Comunicazioni del Segretario

Lettera - prot. 8100/2017 19.10.2017. Il CoA, ritenuto che nella lettera si possono ravvisare elementi deontologicamente rilevanti, manda alla segreteria di eseguire gli adempimenti di cui agli artt. 50 c.4 LP e 11 c. 1 reg. n.2/2014, dandone avviso per conoscenza all’esponente.

Comunicazioni dei Consiglieri

Pareri richiesti da due avvocati: rel. avv. Vacca

Di seguito si trascrivono i pareri resi.

PARERE RICHIESTO

La questione prospettata va innanzitutto risolta sulla base delle regole concernenti l’incompatibilità, o meno, dell’ufficio di testimone alla stregua di quanto disposto dall’art. 197 c.p.p. in relazione agli artt. 12 e 371 c. 2 c.p.p.

Peraltro, sotto tale profilo, ossia quello dell’incompatibilità dell’ufficio di testimone., non si ritiene di poter fornire alcuna risposta in quanto non si conoscono le circostanze di fatto della vicenda, circostanze tali da determinare la trattazione delle singole posizioni in un unico processo.

Sotto il profilo deontologico potrebbe ravvisarsi una violazione dell’art. 24 commi 1 e 2 laddove la citazione del testimone da parte dell’avvocato che lo assiste quale imputato determinasse un conflitto con gli interessi dell’assistito medesimo od interferisse con l’incarico defensionale.

PARERE RICHIESTO

Premesso che il Consiglio dell’Ordine non è investito del potere di fornire pareri su questioni specifiche, che il divieto di produrre corrispondenza riservata si pone entro i limiti precisati dai primi tre commi dell’art. 48 C.D.F., che infine nel C.D.F. vigente i comportamenti e le sanzioni sono tipizzati, non si ravvisa alcuna violazione, sotto il profilo deontologico nella fattispecie prospettata.

Ciò in quanto non si tratta di corrispondenza tra avvocati, bensì di corrispondenza scambiata tra l’avvocato (X) e la controparte (e non il legale della controparte); inoltre il divieto in parola non attiene alla veste formale data alla corrispondenza con la indicazione della sua riservatezza, bensì al suo contenuto, laddove in esso si ravvisino elementi destinati ad incidere sull’assetto di interessi e sulle situazioni giuridiche oggettive delle parti rappresentate; il dovere di riservatezza può affievolirsi e venir meno per lo svolgimento dell’attività difensiva; infine la dicitura “riservata e personale” non può costituire un limite alla producibilità di una missiva, soprattutto allorquando si tratti di una clausola meramente formale data ad una missiva che non contiene ammissioni o consapevolezze di torti o proposte transattive, come tale sanzionabile ai sensi del comma 4 dell’art. 48.

Il COA, sentito il relatore, condivide entrambi i pareri e delibera l’approvazione delegando la Segreteria alla comunicazione agli interessati.

La seduta è chiusa alle ore 17,02.

Il Consigliere Segretario                                                                                       Il Presidente

Avv. Paolo Pezzo                                                                                    Avv. Alessandro Rigoli