Articolo

Nota congiunta del Consiglio Nazionale Forense e dell’Organismo Congressuale Forense

Sorpresa e stupore destano le odierne affermazioni del Sottosegretario alla Giustizia dr C.M. Ferri che vorrebbe riproporre l'emendamento Viceconte che estende il rito sommario a tutte le cause di competenza del giudice unico, col parere favorevole del Governo, seppur "riformulato in parte" ed "evitando automatismi" e "distinguendo magari da causa a causa. a seconda delle materie trattate.”

È una proposta talmente "fumosa, improvvisata e contorta" che non risolve il problema che sta allea radice del sommario, quello di un processo senza regole ed affidato all’arbitrio del giudice.

Per questa ragione, rinnoviamo la  contrarietà al progetto e confidiamo che il Governo abbandoni l’idea di questo problematico intervento che finirebbe per danneggiare i tempi del processo e, peraltro, fondato su un emendamento inammissibile, perché del tutto estraneo alla materia del Bilancio, e talmente imbarazzante da essere persino privo di copertura finanziaria, considerato che il contributo unificato è dimezzato nei procedimenti a rito sommario.

Tenga conto il Ministro della Giustizia delle obiezioni mosse e rinunci per il bene dei cittadini, delle imprese e del processo a fare questo ennesimo quanto inutile intervento sul rito.

Chiederemo al Presidente del Senato e della Camera di riceverci anche per verificare l'ammissibilità della proposta, richiamandoli ai loro doveri di vigilanza.