Articolo

Scuola Forense di Verona

Il Consiglio della Fondazione Veronese di Studi Giuridici, nella seduta del 24 settembre 2018, ha approvato il nuovo Regolamento della Scuola Forense di Verona, ai sensi dell’articolo 43 della legge 31 dicembre 2012 n°247 e del Decreto del Ministero della Giustizia del 9 febbraio 2018 n°17.

Detto Regolamento, dopo avere indicato le finalità e gli organi della Scuola, i contenuti ed i destinatari del corso, prevede che questo abbia una durata minima non inferiore a centosessanta ore, distribuite in maniera omogenea nell'arco dei diciotto mesi di tirocinio, secondo i seguenti moduli semestrali: novembre-aprile, maggio-ottobre.

Il Regolamento prevede altresì, che al termine dei primi due semestri e alla conclusione del corso siano previste le verifiche di profitto, che consistono in un test a risposta multipla su argomenti relativi agli insegnamenti svolti nel periodo oggetto di verifica, secondo le modalità indicate nell’articolo 43 della legge 247/12 e nel Regolamento Ministeriale n°17/18 che ne ha dato attuazione.

L'accesso alle predette verifiche è consentito unicamente a coloro che abbiano frequentato almeno l'ottanta per cento delle lezioni e delle attività costituenti il modulo semestrale. Il mancato raggiungimento della predetta soglia di presenze minima come pure il mancato superamento di una verifica intermedia comporta la ripetizione dell'ultimo ciclo semestrale di formazione e della relativa verifica al successivo appello. L'accesso alla verifica finale è consentito a coloro che hanno frequentato almeno l'ottanta per cento delle lezioni di ogni semestre e superato le due verifiche intermedie. Il mancato raggiungimento della predetta soglia di presenze minima come pure il mancato superamento della verifica finale impedisce il rilascio del certificato di compiuto tirocinio di cui all'articolo 45 della legge professionale e richiede la ripetizione dell'ultimo ciclo semestrale di formazione seguito e della relativa verifica.

E’ utile precisare che la descritta disciplina del corso di formazione per l’accesso alla professione su base semestrale, con verifiche intermedie e finale, prevista nel predetto Regolamento, in coerenza con le previsioni dell’articolo 10 del Regolamento ministeriale n°17/18, si applica ai tirocinanti iscritti nel registro dei praticanti a decorrere dal centottantesimo giorno successivo alla sua entrata in vigore che coincide con il 27 settembre 2018.

I tirocinanti iscritti nel registro dei praticanti prima del 27 settembre 2018, che non abbiamo ancora assolto con profitto agli obblighi formativi di cui all’articolo 43 della legge n°247/12 e che, conseguentemente, non abbiamo ancora ottenuto il certificato di compiuto tirocinio, sono obbligati a frequentare con profitto il corso, limitatamente al semestre novembre-aprile di ogni anno, e le attività aggiuntive, siano esse lezioni od esercitazioni, che nell’ambito del medesimo semestre novembre-aprile, verranno previste dalla Scuola, per un monte ore complessivo non inferiore a centoventi ore. Nel calcolo del predetto monte ore si considereranno le ore del corso semestrale base e quelle delle attività aggiuntive.

Al termine del corso, i tirocinanti che abbiano frequentato almeno l'ottanta per cento delle attività (base ed aggiuntive), saranno ammessi alla verifica di profitto finale, il cui superamento è necessario per l’ottenimento del certificato di compiuto tirocinio di cui all’articolo 45 della legge 247/12.

Per detti tirocinanti, la verifica di profitto finale consisterà nello svolgimento di una prova scritta in aula, della durata complessiva di quattro ore, su una traccia fornita dalla Scuola nella materia che il tirocinante sceglierà tra le tre materie principali e cioè: Diritto Civile / Diritto Processuale Civile; Diritto Penale / Diritto Processuale Penale; Diritto Amministrativo, ivi compresa la Giustizia Amministrativa. Le tracce delle prove scritte verteranno sulle tematiche teoriche e/o pratiche oggetto del programma trattato. La prova scritta includerà anche la risposta ad un quesito afferente la materia di Ordinamento professionale / Deontologia Forense / Attività forensi nelle tematiche affrontate durante il corso.

Le prove scritte saranno valutate dal Consiglio della Scuola, integrato con la presenza dei tutor, che esprimerà un motivato giudizio sul livello di apprendimento formativo quale emerge dalle stesse ed all’esito riterrà superata positivamente la verifica di profitto, ovvero, in caso contrario, richiedere al praticante un ulteriore colloquio orale avente ad oggetto le tematiche teoriche e/o pratiche oggetto del programma del corso, nonché la pratica professionale svolta.

Il mancato raggiungimento della predetta soglia di presenze minima come pure il mancato superamento della verifica di profitto finale impedisce il rilascio del certificato di compiuto tirocinio di cui all'articolo 45 della legge 247/12 e richiede la ripetizione del corso semestrale successivo.

* * *

Il primo modulo semestrale avrà inizio il 5 novembre 2018 e terminerà il 5 aprile 2019, con un’appendice per le verifiche di profitto, come da calendario che verrà pubblicato successivamente. Detto corso semestrale, integrato con le attività aggiuntive, varrà quale modulo unico per i praticanti avvocati iscritti al registro dei praticanti in data anteriore al 27 settembre 2018, e si concluderà con la verifica di profitto finale sopra descritta.

Le lezioni del corso base, aperte a tutti gli iscritti (a prescindere dalla data di iscrizione nel registro dei praticanti), si terranno il lunedì pomeriggio, mentre quelle aggiuntive, riservate ai praticanti iscritti prima del 27 settembre 2018, si terranno il venerdì pomeriggio. In entrambi i casi le attività si svolgeranno presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Verona, via C. Montanari n°9, dalle ore 15,00 alle ore 19,00.

Per motivi organizzativi legati al calendario degli eventi accademici, tuttavia, è possibile che alcune lezioni si tengano in giorni diversi, come da programma di prossima pubblicazione.

Tutte le comunicazioni inerenti le attività della Scuola, comprese quelle relative all’esito delle prove, allo spostamento di date o all’invio di materiali didattici, verranno inviate esclusivamente tramite mail, utilizzando l’indirizzo che verrà fornito in segreteria all’atto dell’iscrizione.

La Scuola è gratuita e le iscrizioni sono aperte.

La domanda di iscrizione va redatta compilando in ogni sua parte il modulo allegato (fate click qui) e presentata entro 30 ottobre 2018 alla segreteria dell'Ordine degli Avvocati, in Via Teatro Ristori, 1, oppure via e-mail all’indirizzo scuolaforense@ordineavvocati.vr.it  (se via mail, scansionare la domanda insieme alla foto tessera in alto a dx).

Il programma dettagliato della Scuola Forense - Edizione 2018/2019 sarà pubblicato sul sito internet dell’Ordine.

 

Il Direttore della Scuola Forense di Verona

Avv. Daniele Maccarrone

Documenti allegati: