Articolo

2019.51.6 Organi delle procedure concorsuali - Incarichi professionali - Disposizioni della Presidente della II Sez. Civile del Tribunale di Verona - Rispetto del D.M. 55/2014 e del principio dell'equo compenso

Gentili Colleghe e Colleghi,

accompagno la Circolare della Presidente della II Sezione Civile del Tribunale di Verona del 25/28 ottobre 2019, che dispone misure relative al conferimento di incarichi ai professionisti da parte dei curatori, commissari e liquidatori giudiziali.

D’intesa con la Presidente della II Sezione Civile, preciso che gli avvocati che intendono presentare agli organi delle procedure concorsuali preventivi di compensi ai sensi di detta Circolare sono tenuti al rispetto del D.M. n. 55 del 2014 e, dunque, del principio dell’equo compenso e, pertanto, a proporre un compenso proporzionato all’attività giudiziale che viene prospettata.

In altre parole, la preferenza accordata dagli organi delle procedure concorsuali nella scelta dell’avvocato da incaricare al criterio della “minor spesa per la procedura” (in uno con il criterio della rotazione) non esime l’avvocato dal rispetto del D.M. n. 55 del 2014 e del principio dell’equo compenso.

Nel ribadire che, al rispetto del principio dell’equo compenso, sono tenuti pure gli avvocati che si propongono di assumere un incarico dagli organi delle procedure concorsuali, sottolineo che la condotta contraria può assumere rilievo disciplinare.

La Presidente

Avv. Barbara Bissoli