Articolo

Comunicazione relativa al deposito delle negoziazioni assistite in ambito familiare

Gentili Colleghe e Colleghi,
 
in attuazione delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 adottate dagli uffici giudiziari, che limitano fortemente gli accessi agli uffici giudiziari, con l'allegato provvedimento n. 82/2020 in data 11 marzo e successiva proroga in data 24 marzo la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Verona ha recepito, per il periodo compreso tra il 10 marzo ed ora il 15 aprile 2020, la modalità di raccolta, trasmissione e ritiro degli accordi di negoziazione assistita in materia di famiglia ai sensi delll’art. 6 del D.L. 12 settembre 2014 n. 132, convertito con L. 10 novembre 2014 n. 162, proposta dall’Ordine e che sarà gestita a nostra cura.
 
Finché permane l’attuale situazione di emergenza, in particolare, ogni mercoledì provvederemo a trasmettere agli uffici della Procura tutti gli accordi di negoziazione assistita, corredati di apposita delega sottoscritta dagli avvocati delle parti, il cui modello è pubblicato in calce, che – previo appuntamento telefonico - saranno state consegnate alla segreteria dell’Ordine presso gli uffici giudiziari in Corte Zanconati n. 1, entro le ore 10.00 del medesimo giorno.
 
Il mercoledì successivo cureremo il ritiro, previa ricezione della PEC di avviso di avvenuto rilascio dell’autorizzazione, che la Procura invierà nella giornata del lunedì o del martedì precedente alle Colleghe e ai Colleghi interessati, nonché a noi. L’originale dell’accordo di negoziazione assistita sarà a disposizione quindi nella segreteria dell’Ordine presso gli uffici giudiziari in Via dello Zappatore n. 1 per la consegna all’avvocato che nell’accordo viene indicato come onerato del ritiro e della tempestiva comunicazione all’ufficiale dello stato civile del Comune compente, ai sensi dell’art. 6, comma 3, del D.L. n. 132/2014 convertito con L. n. 162/2014.
 
Sottolineiamo che la trasmissione agli uffici della Procura degli accordi sarà effettuata da parte nostra esclusivamente nella giornata di mercoledì; raccomandiamo conseguentemente, nell’attuare la modalità provvisoria descritta, di porre particolare attenzione al rispetto del termine di dieci giorni previsto dall’art. 6, comma 2, del D.L. n. 132/2014, convertito con L. n. 162/2014 (“l’accordo raggiunto a seguito di convenzione di negoziazione assistita deve essere trasmesso entro il termine di dieci giorni al procuratore della Repubblica presso il tribunale competente”).
             La Presidente
Barbara Bissoli
 
Il Consigliere
Sabrina De Santi