Articolo

Indirizzi di residenza dei difensori nelle comunicazioni provenienti dalla Procura della Repubblica di Verona

Care Colleghe e cari Colleghi,

abbiamo ricevuto da più parti la segnalazione dell’avvenuta indicazione, in alcune comunicazioni provenienti dalla Procura della Repubblica di Verona, dell’indirizzo di residenza del difensore in luogo del domicilio professionale. A seguito di numerose interlocuzioni, abbiamo verificato che il problema origina verosimilmente da un incongruente flusso di dati a livello ministeriale il quale, a sua volta, genera un errato automatismo nella compilazione degli atti. La situazione non potrà essere risolta a brevissimo, ragion per cui, su nostro invito, il Dirigente della Procura della Repubblica - dott. Montecalvo - ha immediatamente adottato un provvedimento per porvi temporaneo rimedio, chiedendo a tutti gli uffici di controllare, ed eventualmente modificare, i dati, in attesa della soluzione; questa dovrebbe giungere con l’aggiornamento del sistema nazionale nei primi giorni di settembre.

Buon agosto a tutti.

Il Vice Presidente
Davide Adami