Tibunale di Verona – Sentenza 7.4.2011 (Composizione monocratica – Giudice TOMMASI DI VIGNANO)

7 Aprile 2011 News

Procedimento civile – Procedimento ordinario di cognizione – Notificazione di atti – Effetti della notifica per richiedente e per destinatario – Diversità del momento di perfezionamento – Sussiste.

A seguito della pronuncia n. 477/02 della Corte Costituzionale, deve ritenersi operante nell’ordinamento processuale civile il principio, ormai assunto come norma generale sulle notificazioni, secondo il quale la notificazione di un atto processuale si considera perfezionata in momenti diversi per il richiedente (al momento della consegna dell’atto all’ufficiale giudiziario ovvero della spedizione dell’atto) e per il destinatario della notifica (alla data di effettiva ricezione dell’atto), dovendo le garanzie di conoscibilità dell’atto da parte di quest’ultimo contemperarsi con il diverso interesse del primo a non subire le conseguenze negative dell’intempestivo esito del procedimento notificatorio per la parte procedimentale sottratta alla sua disponibilità.

Cerca articoli sul sito