Tibunale di Verona – Sentenza 7.4.2011 (Composizione monocratica – Giudice TOMMASI DI VIGNANO)

7 Aprile 2011 News

Procedimento civile – Procedimento ordinario di cognizione – Notificazione di atti – Effetti della notifica per richiedente e per destinatario – Termine di un successivo adempimento processuale – Diversità del momento di perfezionamento della notifica – Non rileva.

In ogni ipotesi in cui la norma prevede che un adempimento debba essere compiuto in uno spazio temporale decorrente dall’avvenuta notificazione (e, quindi, non vengano in rilievo questioni di decadenza del notificante conseguenti al tardivo compimento di attività non riferibili al notificante stesso), la distinzione dei momenti di perfezionamento della notifica non trova applicazione, dovendo essa considerarsi compiuta – per entrambe le parti – al tempo della sua effettuazione nei confronti del destinatario e perciò – nel caso di notifica effettuata a mezzo posta – alla data di ricezione dell’atto, certificata dell’avviso di ricevimento; infatti, l’anticipazione del perfezionamento della notifica al momento della consegna dell’atto all’ufficiale giudiziario, integrando una tutela per il notificante diligente, non ha ragione di operare e non opera con riguardo ai casi in cui il momento di perfezionamento assume rilevanza (non già ai fini dell’osservanza di un termine pendente nei confronti del notificante, bensì) per stabilire il dies a quo inerente la ricorrenza di un termine successivo del processo.

Cerca articoli sul sito