Tribunale di Verona – Ordinanza 20.2.2012 (Composizione monocratica – Giudice SIGILLO)

20 Febbraio 2012 News

Procedimento civile – Procedimenti di istruzione preventiva – Accertamento tecnico preventivo – Consulenza tecnica preventiva c.d. “conciliativa” – Natura e diversità degli ambiti applicativi.

Non si può dare corso alla consulenza conciliativa anche nel disaccordo delle parti sui fatti costitutivi, a meno di non voler inammissibilmente affermare che l’accertamento tecnico preventivo è esperibile – e poi utilizzabile in giudizio – non già nei soli casi di cui all’art. 696 c.p.c.,in concorso con il requisito dell’urgenza, ma sempre e comunque, considerando che l’art. 696 bis c.p.c. prevede che, se la conciliazione non avviene, ciascuna parte può chiedere che la relazione del consulente sia acquisita agli atti del successivo giudizio di merito; si eluderebbe, perciò, la natura cautelare dell’accertamento tecnico preventivo di cui all’art. 696 c.p.c.

Cerca articoli sul sito