Tribunale di Verona – Ordinanza 20.2.2012 (Composizione monocratica – Giudice SIGILLO)

20 Febbraio 2012 News

Procedimento civile – Procedimenti di istruzione preventiva – Consulenza tecnica preventiva c.d. “conciliativa” – Limiti oggettivi dell’accertamento.

La consulenza conciliativa, ove disposta anche nel disaccordo delle parti sui fatti, rimetterebbe ai consulenti uno spazio così ampio da avvicinare lo strumento di cui all’art. 696 c.p.c. ad una sorta di arbitrato tecnico, sicché l’accertamento e la determinazione del credito rischino di involgere valutazioni giuridiche, e non solo tecnico-scientifiche, della condotta delle parti, provocando l’ingerenza del consulente, ad esempio, nel giudizio circa l’imputabilità del danno o della sussistenza dell’inadempimento contrattuale o della stessa validità dell’obbligazione posta a base della pretesa in discussione tra le parti.

Cerca articoli sul sito