Tribunale di Verona – Ordinanza 27.1.2012 (Composizione monocratica – Giudice LANNI)

27 Gennaio 2012 News

Procedura civile – Procedimenti cautelari – Procedimento d‘urgenza ex art. 700 c.p.c. – Inibitoria assemblea societaria – Esperibilità – Condizioni.
(700 c.p.c. – 2749 ter c.c.)

Ancorchè l’inibitoria allo svolgimento di un’assemblea di società ex art. 700 c.p.c. incontri in via generale il limite del difetto di residualità, stante la previsione di uno strumento specifico di reazione (art. 2479 ter cc) al deliberato dell’assemblea la cui convocazione si intende contestare e soprattutto di uno strumento cautelare tipico (la sospensiva),  in alcune ipotesi eccezionali, nelle quali i tempi tecnici per l’instaurazione del giudizio di impugnazione e l’ottenimento della sospensiva rischiano di frustrare gli interessi del ricorrente, il principio di effettività della tutela giurisdizionale (art. 24 Cost.) induce a ritenere ammissibile lo strumento cautelare atipico in esame, come ad esempio nel caso delle assemblee convocate per deliberare sulla trasformazione, fusione o scissione della società, posto che, a fronte delle previsioni contenute negli artt. 2500 bis e 2504 quater c.c., rischia di verificarsi una situazione di oggettiva impossibilità di ottenere la sospensiva della delibera invalida.

Cerca articoli sul sito