Tribunale di Verona – Ordinanza 7.12.2012(Composizione monocratica – Giudice LANNI)

7 Dicembre 2012 News

Società – Finanziamenti dei soci – Postergazione ex art. 2467 c.c. – Applicabilità ai soli finanziamenti con funzione sostitutiva del capitale di rischio.

L’art. 2467 c.c. si applica ai meri finanziamenti dei soci, che in astratto attribuirebbero loro un diritto di rimborso; la norma, preoccupandosi di disciplinare tale diritto al rimborso, mira ad evitare che esso metta a repentaglio il soddisfacimento dei creditori sociali “esterni”. In altri termini, l’art. 2467 c.c., nella formulazione introdotta dal D.L.vo n. 6/03, ha inteso porre un argine al fenomeno delle società sottocapitalizzate, che, nei momenti di sofferenza finanziaria, operano con risorse fornite dai soci non già a titolo di capitale di rischio, bensì sotto forma di capitale di prestito, astrattamente soggetto ad una più agevole ripetibilità, a svantaggio dei creditori sociali. In particolare, il legislatore – partendo dal presupposto che i soci autori del finanziamento in favore della società, partecipano alla vita sociale e possono influenzare le decisione sul rimborso, a svantaggio degli altri creditori sociali – ha introdotto una regola imperativa di riqualificazione del finanziamenti con funzione sostitutiva del capitale in finanziamenti postergati.

Cerca articoli sul sito