Tribunale di Verona – Ordinanza 7.2.2013(Composizione monocratica – Giudice LANNI)

7 Febbraio 2013 News

Disciplina della concorrenza – Concorrenza sleale –
Sviamento di clientela – Accertamento in concreto della situazione di
vantaggio.

L’accertamento della configurabilità
di atti di concorrenza sleale per sviamento di clientela deve tener conto delle
peculiarità del settore commerciale in cui operano le imprese concorrenti e
delle caratteristiche delle notizie da una acquisite attraverso dipendenti
dell’altra, nel senso che si deve trattare di conoscenze specifiche
dell’impresa concorrente, non facilmente acquisibili, se non con tempi e costi sensibili;
diversamente, infatti, non si realizzerebbe la situazione di vantaggio
necessaria per ritenere scorretto l’uso delle conoscenze acquisite.

Cerca articoli sul sito