Tribunale di Verona – Sentenza 10.1.2011 (Composizione monocratica – Giudice LANNI)

10 Gennaio 2011 News

Responsabilità civile – Attività medico chirurgica – Violazione dell’obbligo di informazione – Danno da lesione del diritto all’autodeterminazione del paziente – Onere probatorio – Ambiti ed oggetto.

 
La risarcibilità del danno da lesione della salute che si verifichi per le non imprevedibili conseguenze dell’atto terapeutico necessario e correttamente eseguito, ma effettuato senza un consenso consapevolmente prestato, presuppone l’accertamento che il paziente avrebbe rifiutato quel determinato intervento se fosse stato adeguatamente informato; il relativo onere probatorio, suscettibile di essere soddisfatto anche mediante presunzioni, grava sul paziente. Il giudizio di prognosi postuma, necessario per accertare la sussistenza di un nesso causale tra l’inadempimento dell’obbligo informativo e la lesione dell’integrità subita dal paziente, deve essere basato principalmente su valutazioni presuntive, indirizzate dalla considerazione generale del comportamento della persona media nelle stesse condizioni, ma soprattutto dalla considerazione specifica della volontà dichiarata dall’interessato in condizioni simili o – in mancanza – della sua personalità, delle sue inclinazioni e del suo contesto di vita.

Cerca articoli sul sito