Tribunale di Verona – Sentenza 17.7.2012 (Composizione monocratica – Giudice LANNI)

17 Luglio 2012 News

Procedimento civile – Intervento volontario – Costituzione dell’interveniente dopo la prima udienza di trattazione – Ammissibilità – Sussiste – Preclusione per nuove richieste istruttorie – Sussiste.

E’ ammissibile la domanda introdotta dall’interveniente con la comparsa di costituzione, pur se depositata dopo la definizione del thema decidendum, atteso che l’intervento volontario in un processo già pendente implica la facoltà di formulare domande nei confronti delle altre parti, quand’anche sia spirato il termine di cui all’art. 183 c.p.c., né tale interpretazione dell’art. 268 c.p.c. viola il principio di ragionevole durata del processo od il diritto di difesa delle parti originarie del giudizio giacchè, l’interveniente, dovendo accettare il processo nello stato in cui si trova, non può dedurre – ove sia già intervenuta la relativa preclusione – nuove prove e, di conseguenza, non vi è né il rischio di riapertura dell’istruzione, né quello che la causa possa essere decisa sulla base di fonti di prova che le parti originarie non abbiano potuto debitamente contrastare.

Cerca articoli sul sito