Tribunale di Verona – Sentenza 17.7.2012 (Composizione monocratica – Giudice LANNI)

17 Luglio 2012 News

Obbligazioni e contratti – Contratto concluso dal rappresentante – Spendita del nome della società da parte del socio – Apparenza del rapporto di rappresentanza – Sussiste – Conseguente imputabilità dell’atto alla società.

La qualità di socio e la spendita del nome della società da parte del socio stesso (anche nei confronti di terzi, quali l’agenzia di mediazione che abbia messo in contatto le parti) consentono di configurare in capo al socio un potere di rappresentanza apparente della società, tale da giustificare l’imputazione a quest’ultima degli atti posti in essere dal primo.  

Cerca articoli sul sito