Tribunale di Verona – Sentenza 17.7.2012(Sez. IV – Pres. MIRENDA – Rel. LANNI)

17 Luglio 2012 News

Obbligazioni e contratti – Rapporto di intermediazione finanziaria – Violazione
da parte dell’intermediario dei doveri d’informazione del cliente e di corretta
esecuzione delle operazioni – Nullità del contratto – Insussistenza –
Risoluzione – Configurabilità.
(21 D.L.vo n. 51/98 e 27,28,29,61 e 62 del
Regolamento Consob n. 11522/98 – 1418 comma 1 c.c.)

La violazione dei doveri d’informazione del cliente
e di corretta esecuzione delle operazioni che la legge pone a carico dei
soggetti autorizzati alla prestazione dei servizi d’investimento finanziario
può dar luogo a responsabilità precontrattuale, con conseguente obbligo di
risarcimento dei danni, ove tali violazioni avvengano nella fase precedente o
coincidente con la stipulazione del contratto d’intermediazione destinato a
regolare i successivi rapporti tra le parti; può invece dar luogo a
responsabilità contrattuale, ed eventualmente condurre alla risoluzione del
predetto contratto, ove si tratti di violazioni riguardanti le operazioni
d’investimento o disinvestimento compiute in esecuzione del contratto
d’intermediazione finanziaria in questione; in nessun caso, in difetto di
previsione normativa in tal senso, la violazione dei suaccennati doveri di
comportamento può però determinare la nullità del contratto d’intermediazione,
o dei singoli atti negoziali conseguenti, a norma dell’art. 1418, comma 1,
c.c..

Cerca articoli sul sito