Tribunale di Verona – Sentenza 2.7.2010(Composizione monocratica – Giudice LANNI)

2 Luglio 2010 News

Responsabilità civile – Professionisti – Attività medico-chirurgica – Nesso causale – Accertamento – Ragionevole probabilità – Sufficienza – Cartella clinica – Difettosa tenuta – Idoneità ad escludere il nesso eziologico – Esclusione – Prova presuntiva – Ammissibilità – Onere della prova – Criteri
(1218 – 2697 – 2727 c.c.)

In tema di responsabilità contrattuale dell’ente ospedaliero, la difettosa tenuta della cartella clinica non vale ad escludere la sussistenza del nesso eziologico tra la condotta colposa del personale sanitario dell’ente e il danno, ove risulti provata l’idoneità di tale condotta a provocare il danno stesso. Vertendosi in tema di responsabilità contrattuale costituisce infatti onere dell’ente, per evitare la condanna in sede risarcitoria, dimostrare che non vi è stato inadempimento da parte sua, ovvero, se vi è stato inadempimento, provare che l’insuccesso dell’intervento è dipeso da fattori esterni. La sussistenza del nesso eziologico si deve in ogni caso presumere allorché sia impossibile accertare e valutare altri ipotetici fattori causali proprio in conseguenza della lacunosa compilazione della cartella clinica.

Cerca articoli sul sito