Tribunale di Verona – Sentenza 28.2.2011 (Composizione monocratica – Giudice TOMMASI DI VIGNANO)

1 Marzo 2011 News

Diritto privato internazionale – Giurisdizione civile – Giurisdizione sullo straniero – Obbligazioni e contratti – In genere – Giurisdizione del giudice italiano – Criteri di individuazione.
(5 Conv. Bruxelles 27.9.68 – 57 L.218/1995 – 4 Conv. Roma 19.6.1980 – L.975/1984)

Secondo l’art. 5 della Convenzione di Bruxelles 27.9.1968, resa esecutiva con L. 804/1971, il convenuto domiciliato nel territorio di uno Stato contraente può essere citato in un altro Stato contraente, davanti al giudice del luogo in cui l’obbligazione dedotta in giudizio è stata o deve essere eseguita, luogo che va determinato in conformità alla legge che disciplina l’obbligazione controversa secondo l’ordinamento del giudice adito; in materia contrattuale, ove il giudice adito sia quello italiano, deve tenersi conto delle previsioni dell’art. 57 L.218/1995, che rinvia all’art. 4, primo comma, della Convenzione di Roma 19.6.1980, resa esecutiva con L. 975/1984, il quale – a sua volta – individua la legge del paese con il quale il contratto presenti il collegamento più stretto.

Cerca articoli sul sito