Tribunale di Verona – Sentenza 29.5.2012 (Composizione monocratica – Giudice RIZZUTO)

29 Maggio 2012 News

Obbligazioni e contratti – Cessione del credito – Legittimazione ad agire del cessionario nei confronti del debitore ceduto – Prova della cessione – Necessità – Sussiste – Conseguenze in tema di opposizione a decreto ingiuntivo.

In tema di cessione del credito, se è vero che la natura consensuale di tale contratto comporta che il credito si trasferisca dal patrimonio del cedente a quello del cessionario per effetto dell’accordo, mentre l’efficacia e la legittimazione del cessionario a pretendere la prestazione dal debitore conseguono alla notifica o all’accettazione del contraente ceduto e che, ai fini della notificazione della cessione è sufficiente anche l’atto di citazione in giudizio, nondimeno in tale giudizio il cessionario è tenuto a provare l’avvenuta cessione del credito di cui chiede il pagamento. Pertanto, in difetto di prova circa l’avvenuta cessione del credito, deve essere revocato il decreto ingiuntivo ottenuto dall’asserito cessionario ed opposto dall’ingiunto.

Cerca articoli sul sito