Tribunale di Verona – Sentenza 31.5.2012 (Composizione monocratica – Giudice LANNI)

31 Maggio 2012 News

Obbligazioni e contratti – Mediazione – Irregolarità urbanistica dell’immobile oggetto di preliminare – Omessa informazione del promissario da parte del mediatore – Rifiuto di corrispondere la provvigione – Legittimità – Domanda implicita di risoluzione del contratto di mediazione – Sussiste.

Valorizzando la natura professionale dell’attività del mediatore e la portata dell’art. 1759 c.c., si deve ritenere che la mancata informazione – da parte del mediatore al promissario acquirente – sull’esistenza di una irregolarità urbanistica non ancora sanata, della quale il mediatore stesso doveva e poteva essere edotto, legittima il rifiuto del promissario di corrispondere la provvigione, rifiuto nel quale deve ritenersi implicita la proposizione di una domanda di risoluzione del contratto di mediazione, la cui fondatezza consegue all’acquisizione, nel corso del giudizio, della prova dell’inadempimento del mediatore all’obbligo di segnalare l’irregolarità urbanistica dell’immobile.

Cerca articoli sul sito