Tribunale di Verona – Sentenza 7.6.2012 (Composizione monocratica – Giudice RIZZUTO)

7 Giugno 2012 News

Esecuzione mobiliare presso il debitore e presso terzi – Accertamento dell’obbligo del terzo – Giudizio di accertamento dell’obbligo del terzo – Questione di giurisdizione – Ammissibilità.
(548 c.p.c.)

Le questioni di giurisdizione sono ammissibili nell’ambito del giudizio di accertamento dell’obbligo del terzo, previsto dall’art. 548 c.p.c., atteso che tale giudizio, pur essendo promosso dal creditore in forza di una propria legittimazione ad agire e non in via surrogatoria del debitore, si conclude con una sentenza dal duplice contenuto di accertamento: l’uno, idoneo ad acquistare autorità di cosa giudicata sostanziale tra le parti del rapporto, avente ad oggetto il credito del debitore esecutato (che, pertanto, è litisconsorte necessario) nei confronti del terzo pignorato; l’altro, di rilevanza meramente processuale, attinente all’assoggettabilità del credito pignorato all’espropriazione forzata, efficace nei rapporti tra creditore procedente e terzo debitor debitoris e come tale rilevante ai soli fini dell’esecuzione in corso, secondo la forma dell’accertamento incidentale ex lege.

Cerca articoli sul sito