Tribunale di Verona – Sentenza 8.10.2011 (Composizione monocratica – Giudice RIZZUTO)

8 Ottobre 2011 News

Tutela del consumatore – Clausole derogative della competenza dell’autorità giudiziaria – Presunzione di vessatorietà – Sussistenza – Prova contraria – Contenuto
(1469 bis c.c. – 3 Codice del Consumo)

L’art. 1469 bis comma 3 n. 18, ora trasfuso nell’art. 33 del cosiddetto Codice del Consumo, prevede una presunzione relativa di vessatorietà delle clausole contenute in contratti stipulati tra professionista e consumatore comportanti una deroga alla competenza dell’autorità giudiziaria, tra le quali rientra anche una clausola compromissoria ovvero la previsione quale foro competente di una località diversa da quella di residenza o domicilio del consumatore; tale presunzione è vincibile con prova contraria che dev’essere data ad onere del professionista e che deve essere idonea a dimostrare che le clausole di cui sopra rappresentano l’esito dell’esperimento di una trattativa individuale, che dev’essere consapevole, seria ed effettiva, non essendo sufficiente a tal fine la mera approvazione per iscritto della clausola stessa.

Cerca articoli sul sito