Tribunale di Verona – Sentenza 8.10.2011 (Composizione monocratica – Giudice RIZZUTO)

8 Novembre 2011 News

Obbligazioni e contratti – Contratto di compravendita – Garanzia per vizi della cosa venduta – Termini e condizioni per l’azione – Decadenza dalla garanzia – Riconoscimento dei vizi – Impegno del debitore all’eliminazione dei vizi della cosa venduta – Onere di denuncia in capo al compratore – Insussistenza
(art. 1495 c.c.)

Ai sensi dell’art. 1495 comma 2 c.c., la denuncia dei vizi non è necessaria quando vi è un riconoscimento degli stessi da parte del venditore; tale riconoscimento può essere esplicito oppure tacito, avendosi, in quest’ultimo caso, un riconoscimento “per facta concludentia”, che si realizza mediante il compimento di atti incompatibili con l’intenzione di respingere la pretesa del compratore o di far valere la decadenza dal diritto di garanzia: in particolare, ciò si verifica allorquando il venditore provveda ad effettuare riparazioni a mezzo di propri tecnici, ovvero si offra di far riparare o sostituire la cosa venduta, poichè con tali comportamenti egli mostra di avere accettato la denunzia dei vizi da parte dell’acquirente senza porre alcuna questione in ordine alla sua tempestività.

Cerca articoli sul sito