Tribunale di Verona – Sentenza 27.9.2012 (Composizione monocratica – Giudice LANNI)

27 Settembre 2012 News

Obbligazioni e contratti – Rapporto di
conto corrente bancario – Richiesta di “benefondi” – Obbligo di adempimento con
la diligenza professionale qualificata – Sussistenza.
(1856 – 1176 comma 2 c.c.)

Nell’ambito del rapporto di conto corrente
bancario, a fronte della specifica richiesta formulata dal correntista alla
banca negoziatrice di verificare in via preventiva presso la banca trattaria la
possibilità di incasso fruttuoso di un assegno circolare consegnato da un
cliente in pagamento del prezzo di una fornitura, la stessa banca negoziatrice,
riscontrando tale richiesta, assume nei confronti del richiedente un preciso obbligo
giuridico, non previsto dal rapporto di conto corrente, ma ad esso riconducibile
in via integrativa e da adempiere con la diligenza professionale qualificata
esigibile ex art. 1176 comma 2 c.c., attraverso
la richiesta di trasmissione di una conferma scritta o comunque l’identificazione
con certezza del funzionario della banca trattaria competente a dare
l’informazione richiesta, tanto più a fronte della notizia del furto in quel
periodo di numerosi moduli di assegni circolari.

Cerca articoli sul sito