Definizione agevolata delle controversie pendenti avanti le Corti Tributarie

21 Febbraio 2023 News

La legge di bilancio 29 dicembre 2022 n. 197, ha previsto la possibilità di definire in via agevolata le controversie pendenti innanzi alle Corti Tributarie.

In particolare le controversie per le quali è possibile procedere alla definizione sono sospese su richiesta della parte fino a luglio 2023, con onere per il contribuente di depositare, entro la stessa data, copia della domanda di definizione e la prova del versamento della prima o unica rata.

Il Presidente, Dott. Platania, ci ha rappresentato che nelle prime applicazioni, la richiesta di sospensione è stata formulata dalle parti in udienza, così determinando la contestuale emanazione del provvedimento di sospensione.

Per evitare che nei prossimi mesi si debba procedere al rinvio della trattazione di ricorsi già da tempo programmata, ci ha invitato a volere comunicare l’intenzione di richiedere la sospensione del processo con la massima tempestività, in modo da evitare di porre in discussione vertenze che non possono essere discusse fino a luglio.

In tal modo si consente alla Corte di organizzare in modo più proficuo l’attività giurisdizionale e ridurre i tempi di definizione, fissando la trattazione dei soli ricorsi che possono essere effettivamente decisi.
A tal fine si raccomanda ai difensori delle parti interessate di volere al più presto comunicare per quali vertenze si intende procedere alla definizione agevolata, a mezzo di deposito di istanza nel fascicolo telematico.

Il Consigliere referente
Avv. Saverio Ugolini

Cerca articoli sul sito