OIAD / Bando di concorso per il Premio OIAD

27 Aprile 2023 News

Care Colleghe/Cari Colleghi,

riceviamo dall’OIAD (Osservatorio Internazionale degli Avvocati), di cui il nostro Ordine è membro, l’invito a presentare una candidatura per il Premio per i diritti umani, che l’Osservatorio assegna ad un avvocato o ad un’organizzazione di avvocati che operano a favore dei diritti umani nel mondo.

Lo scopo del premio è quello di valorizzare e sostenere il lavoro svolto dal/dai premiato/i, nonché di denunciare il pericolo che egli/ella subisce/subiscono nell’esercizio della professione, che dovrà aver onorato preservando i più alti valori della deontologia professionale e personale nel campo dei diritti umani.

I criteri di selezione indicati dall’OIAD sono i seguenti:

a)    Il premio viene assegnato a uno o più avvocati o a una o più organizzazioni rappresentative di avvocati o associazioni di avvocati.

b)    Il premio viene assegnato a un avvocato o a un’organizzazione di avvocati che abbia onorato la professione sostenendo i più alti valori dell’etica professionale e personale nel campo dei diritti umani. L’avvocato o l’organizzazione di avvocati in questione deve aver dimostrato un eccezionale impegno e dedizione alla salvaguardia dei valori fondamentali o dei valori fondamentali o aver contribuito al rafforzamento del ruolo dell’ordine degli avvocati.

c)    Il premio sarà assegnato a un avvocato o a un’organizzazione di avvocati sia come riconoscimento di un’attività recente in difesa dei principi fondamentali dello Stato di diritto, sia in virtù di un impegno consolidato (di lungo termine)  nei settori dei diritti umani e dello Stato di diritto.

d)    L’opera o le attività in materia di diritti umani dell’avvocato o dell’organizzazione di avvocati devono essere interpretate in modo ampio. Ciò consentirà, ad esempio, di riconoscere il premio anche ad avvocati vittime di minacce, violenze, vessazioni o azioni (penali, disciplinari…) contro gli stessi in ragione dell’esercizio della propria attività professionale.

e)    Il premio non potrà essere assegnato a un avvocato o a un’organizzazione di avvocati nel caso in cui possa essere pregiudizievole per questi ultimi, ad esempio nel caso di gravi rischi nel paese in cui l’avvocato/a o l’associazione esercitano la propria attività. Prima di nominare un candidato occorre ottenere garanzie dirette o indirette da parte dell’avvocato o direttamente o indirettamente con l’avvocato o l’organizzazione di avvocati che si intende proporre che il premio non pregiudicherà l’integrità personale e/o l’attività dell’avvocato/a e/o dell’associazione di avvocati, e che – in caso di assegnazione del premio – tale avvocato/a e/o associazione sarà nelle condizioni di poter accettare il premio.

 

Chi fosse interessato a segnalare un/una avvocato/a o un’organizzazione di avvocati che operano a favore dei diritti umani nel mondo sulla base dei criteri sopra descritti, è invitato a suggerirne la candidatura al nostro Ordine inviando una mail a: info@ordineavvocati.vr.it ed allegando le seguenti informazioni:

-     il curriculum vitae del candidato;

-     una lettera di motivazione che chiarisca le ragioni per cui tale avvocato/a o associazione è stata individuata come meritevole di ricevere tale premio.

Il premio sarà, poi, consegnato durante l’Assemblea generale del prossimo giugno 2023 da Jérôme Gavaudan, Presidente dell’ OIAD.

Il termine per l’invio della candidatura è il prossimo martedì 2 maggio 2023, ore 12.00.

Vi ringraziamo sin d’ora per l’eventuale contributo che decideste di accordare fornendo un’indicazione motivata per questo importante premio.

La Consigliera referente

Barbara Bonafini

Cerca articoli sul sito