Modifiche ai depositi di determinati atti di volontaria giurisdizione e problemi di iscrizione

25 Gennaio 2024 News

Care Colleghe e cari Colleghi,

si segnala che Il Ministero ha deciso, senza darne previo avviso né alle cancellerie né alle software House che producono i nostri redattori, di modificare alcuni codici deposito, tornando a spostare nel registro di volontaria giurisdizione una serie di atti che erano stati in precedenza spostati nel registro del contenzioso ordinario.

Fino ad adeguamento dei redattori da parte delle software House appare, pertanto, particolarmente difficile il deposito di questi atti perché, utilizzando schemi e codici in uso fino a pochi giorni fa per depositare sui registri contenziosi, si rischia che l’atto vada perso, non essendo certo che la cancelleria possa spostare manualmente sul registro della volontaria gli atti depositati nel contenzioso.

Ad ulteriore complicazione il Ministero, sempre senza preavviso alcuno, ha provveduto a sostituire alcuni dei codici appena modificati, pur se la maggior parte non ha subito ulteriori variazioni.

Si segnala che l’elenco dei codici aggiornati è reperibile a questo indirizzo, con evidenza in rosso delle ultime modifiche rispetto alla prima versione.

Segnaliamo altresì che alla data di oggi non risulta che il redattore Consolle DOT.COM abbia aggiornato i propri schemi ai nuovi codici, mentre PCT Namirial,  per il suo strumento online (gratuito per gli iscritti al nostro Ordine), ha provveduto in data 24 gennaio ad un primo aggiornamento, come ha fatto, almeno per la prima versione delle modifiche, anche lo strumento gratuito Slpct che può essere scaricato da questo indirizzo.

Chi dovesse effettuare un deposito urgente nelle materie modificate è, pertanto, invitato a utilizzare questi strumenti in attesa dell’aggiornamento di tutti gli altri.

Si ritiene che nulla cambi, invece, per i procedimenti già iscritti a ruolo prima delle modifiche.

Il Consigliere Delegato
Avv. Francesco Tregnaghi

Cerca articoli sul sito