Verbale n. 4 del 31 gennaio 2022

7 Febbraio 2022 News

CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA

PROCESSO VERBALE N. 4

DELLA SEDUTA TELEMATICA DEL 31.01.2022

ORE 14.30

 

Nel rispetto delle distanze di sicurezza previste per il contenimento del contagio da COVID-19, è presente personalmente, presso la sede in Verona, Via Teatro Ristori, 1, la presidente avv. Barbara Bissoli, nella propria stanza, anche collegata in videoconferenza con autonomo dispositivo dotato di microfono e videocamera;

sono collegati in videoconferenza, con dispositivi dotati di microfono e videocamera, il vicepresidente avv. Davide Adami, il tesoriere avv. Francesco Mafficini, i consiglieri avv. Elisabetta Baldo, avv. Elena Beltramini, avv. Paolo Bogoni, avv. Valeria Cataldi, avv. Andrea Chiamenti, avv. Sabrina De Santi, avv. Sara Gini, avv. Massimo Leva, avv. Silvia Muraro, avv. Chiara Nascimbeni, avv. Rossana Russi, avv. Luca Sorpresa, avv. Sara Trabucchi, avv. Davide Traspedini, avv. Filippo Vicentini.

Sono, invece, assenti giustificati i consiglieri avv. Giuseppe Perini, avv. Monica Rizzi, avv. Elena Beltramini.

Su proposta della Presidente, il Segretario chiama a verbalizzare il vicepresidente avv. Davide Adami.

La Presidente preliminarmente dà atto ai sensi del regolamento delle riunioni consiliari in modalità telematica:

  • che la piattaforma Zoom è valutata sicura in ragione delle modalità di invito a “stanza chiusa” e così anche valutata dal DPO con parere reso in data 19 ottobre 2020, prot. 8835/2020;
  • che il Consiglio dell’Ordine è stato regolarmente convocato con comunicazione in data 28.01.2022
  • che i Consiglieri sono stati invitati alla videoconferenza, realizzata tramite piattaforma ZOOM, dal Tesoriere tramite e-mail inviata in data odierna agli indirizzi di posta elettronica individuali;
  • che tutti i Consiglieri sono stati identificati dal Segretario, avv. Cristina Castelli, tramite la videocamera web del dispositivo di ciascuno come sopra indicato e dichiarato;
  • che sono collegati in videoconferenza n. 18 Consiglieri;
  • che le condizioni previste dal ridetto Regolamento sono rispettate;
  • che il Segretario ha rammentato a tutti i Consiglieri collegati da remoto il dovere di riservatezza della seduta, chiedendo che tutti assicurino tale condizione dalle proprie postazioni per l’intera durata della stessa;

premesso dunque quanto sopra, alle ore 14:35, la Presidente dichiara aperta telematica.

1) APPROVAZIONE DEL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 24 GENNAIO 2022 ED ESTRATTO DEL VERBALE DELLA SEDUTA STESSA

Il C.d.O. approva sia il verbale che l’estratto,

* * *

2) PATROCINIO A SPESE DELLO STATO

Il C.d.O. manda alla Presidente e al Segretario di sottoscrivere il presente verbale per la parte relativa alle singole delibere riguardanti il patrocinio civile, anche prima dell’approvazione dell’intero verbale della seduta, e ciò al fine di estrarne copia conforme da trasmettere agli istanti in caso di ammissione o rigetto delle relative domande.

In relazione alle istanze di ammissione al patrocinio presentate in via telematica, il C.d.O. delega il Consigliere Bogoni a sottoscrivere digitalmente i singoli provvedimenti emessi, anche prima dell’approvazione dell’intero verbale della seduta, al fine di darne comunicazione agli istanti.

a) Istanze per Patrocinio a Spese dello Stato

DOMANDE ONLINE

Il C.d.O., con l’astensione della consigliera Trabucchi per il procedimento n. 27/2022, delibera l’ammissione, in via anticipata e provvisoria, al patrocinio a spese dello Stato di 9 istanti, in relazione ai procedimenti civili indicati nella tabella allegata, che costituisce parte integrante del presente verbale.

***

b) Elenco degli Avvocati ammessi al Patrocinio a Spese dello Stato

avv. Giulia Bontempini

Il C.d.O., preso atto della richiesta esaminata dal Consigliere avv. Paolo Bogoni, delibera di cancellare l’avv. Giulia Bontempini dall’elenco degli avvocati abilitati al patrocinio a spese dello Stato.

* * *

3) AUTORIZZAZIONI ALLA NOTIFICAZIONE IN PROPRIO

Il C.d.O., sentita la consigliera Muraro che ha curato l’istruttoria,

– considerato che non risultano pendere procedimenti disciplinari avanti questo Consiglio dell’Ordine, né consta la pendenza di tali procedimenti presso altri Consigli dell’Ordine;

– verificato che nei confronti dell’istante non consta sia stata irrogata la sanzione disciplinare della sospensione o più grave;

– visti gli artt. 1 e 7 della legge 21 gennaio 1994, n. 53;

delibera di autorizzare a notificare in proprio la seguente iscritta:

abogado Simona Viola

avv. Marco Occhipinti

avv. Enrico Franchini

avv. Marco Poggiani

* * *

4) ESPOSTI       

Ns. prot. 578/2022 del 25.01.2022 Il C.d.O., sentita la relazione del Vicepresidente, delibera di provvedere agli adempimenti di cui agli artt. 50 c.4 LP e 11 c. 1 reg. n.2/2014, mandando alla Segreteria per il seguito di competenza.

* * *

* * *

6) SPECIFICHE

– da liquidare:

n. 96/201 rel. avv. Beltramini e avv. Russi : Il C.d.O. sentite le Consigliere delegate, delibera l’archiviazione per intervenuta conciliazione.

Il C.d.O., sentita la Presidente, delibera altresì di assegnare alla dipendente  la mansione dell’inserimento diretto dei dati delle richieste di esperimento di conciliazione all’ordine del giorno della seduta consigliare.

 

91/2021 – Avv. SARA GINI E Avv. DAVIDE TRASPEDINI € 5.534,00

 

Il Consiglio, sentiti i consiglieri delegati avv. Sara Gini e avv. Davide Traspedini, esaminati gli atti e i documenti prodotti dall’istante, preso atto che non sono pervenute osservazioni, ritenuto che i compensi richiesti siano congrui in relazione all’attività giudiziale svolta, in applicazione dei parametri di cui al D.M. 55/2014, esprime parere positivo alla quantificazione dei compensi professionali complessivamente in euro 5.534,00 oltre accessori di legge e spese esenti al lordo degli eventuali acconti ricevuti.

75/2021 – – Avv. SARA GINI e Avv. SABRINA DE SANTI:  € 1.147,50

Il Consiglio, sentiti i consiglieri delegati avv. Sara Gini e avv. Sabrina De Santi, esaminati gli atti e i documenti prodotti dall’istante,  preso atto che non sono pervenute osservazioni ,ritenuto che i compensi richiesti siano congrui in relazione all’attività stragiudiziale svolta, in applicazione dei parametri di cui al D.M. 55/2014, esprime parere positivo alla quantificazione dei compensi professionali complessivamente in euro 1.147,50 oltre accessori di legge e spese esenti al lordo degli eventuali acconti ricevuti.

74/2021 – – Avv. SARA GINI e Avv. SABRINA DE SANTI:  € 1.147,50

Il Consiglio, sentiti i consiglieri delegati Avv. SARA GINI e Avv. SABRINA DE SANTI, esaminati gli atti e i documenti prodotti dall’istante,  preso atto che non sono pervenute osservazioni, ritenuto che i compensi richiesti siano congrui in relazione all’attività stragiudiziale svolta, in applicazione dei parametri di cui al D.M. 55/2014, esprime parere positivo alla quantificazione dei compensi professionali complessivamente in euro 1.147,50 oltre accessori di legge e spese esenti al lordo degli eventuali acconti ricevuti.

79/2021 –  Avv. SARA GINI e Avv. ROSSANA RUSSI – € 4.800,00

Il Consiglio, sentiti i consiglieri delegati Avv. SARA GINI e Avv. ROSSANA RUSSI, esaminati gli atti e i documenti prodotti dall’istante, preso atto che la comunicazione pervenuta in data 9.12.2021 prot n.15930 non è rilevante in questa sede, ritenuto che i compensi richiesti siano congrui in relazione all’attività giudiziale svolta, in applicazione dei parametri di cui al D.M. 55/2014, esprime parere positivo alla quantificazione dei compensi professionali complessivamente in euro 4.800,00 oltre accessori di legge e spese esenti al lordo degli eventuali acconti ricevuti.

95/2021 – – Avv. SARA GINI e Avv. ROSSANA RUSSI: € 200,00

Il Consiglio, sentiti i consiglieri delegati Avv. SARA GINI e Avv. ROSSANA RUSSI, esaminati gli atti e i documenti prodotti dall’istante, preso atto che non sono pervenute osservazioni, ritenuto che i compensi richiesti siano congrui in relazione all’attività stragiudiziale svolta, in applicazione dei parametri di cui al D.M. 55/2014, esprime parere positivo alla quantificazione dei compensi professionali complessivamente in euro 200,00 oltre accessori di legge e spese esenti al lordo degli eventuali acconti ricevuti.

94/2021 – Avv. SARA GINI e Avv. ROSSANA RUSSI: € 400,00

Il Consiglio, sentiti i consiglieri delegati Avv. SARA GINI e Avv. ROSSANA RUSSI, esaminati gli atti e i documenti prodotti dall’istante, preso atto che non sono pervenute osservazioni, ritenuto che i compensi richiesti siano congrui in relazione all’attività stragiudiziale svolta, in applicazione dei parametri di cui al D.M. 55/2014, esprime parere positivo alla quantificazione dei compensi professionali complessivamente in euro 400,00 oltre accessori di legge e spese esenti al lordo degli eventuali acconti ricevuti.

90/2021 –  Avv. TRASPEDINI DAVIDE e Avv. GINI SARA: € 16.039,00

Il Consiglio, sentiti i consiglieri delegati Avv. Davide  Traspedini e Sara Gini; esaminati gli atti e i documenti prodotti dall’istante; preso atto delle osservazioni pervenute dal liquidatore (prot. n. 14418 del 17.11.2021) e della memoria di replica (prot. n. 15667 dell’1.12.2021); preso atto della comunicazione inviata all’istante, ai sensi dell’art. 8 del vigente Regolamento per l’opinamento delle parcelle (prot. n. 247 del 12.1.2022), in virtù della quale si è ritenuto che il valore della controversia sia pari ad euro 12.773.923,00 (ossia al valore pro quota del patrimonio netto della partecipata, come emerge dalla nota integrativa del bilancio del 30.06.2020) con conseguente applicazione dello scaglione tra 8.000.000,00 e 16.000.000,00 euro e che i compensi debbano essere quantificati nel valore medio (pari pertanto ad euro 16.039,00); preso atto che non è pervenuta alcuna osservazione dall’istante in replica alla predetta comunicazione; ritenuto che i compensi richiesti siano congrui, nei termini appena evidenziati, in relazione all’attività svolta; in applicazione dei parametri di cui al D.M. 55/2014, esprime parere positivo alla quantificazione dei compensi professionali complessivamente in euro 16.039,00 oltre rimborso forfetario spese 15%, CPA 4% e IVA come per legge per la vertenza n. 2262/2020 VG innanzi al Tribunale delle Imprese di Venezia

92/2021 – – Avv. TRASPEDINI DAVIDE e Avv. GINI SARA: € 16.039,00

Il Consiglio, sentiti i consiglieri delegati Avv. Davide  Traspedini e Sara Gini; esaminati gli atti e i documenti prodotti dall’istante; preso atto delle osservazioni pervenute dal liquidatore (prot. n. 14418 del 17.11.2021) e della memoria di replica (prot. n. 15667 dell’1.12.2021); preso atto della comunicazione inviata all’istante, ai sensi dell’art. 8 del vigente Regolamento per l’opinamento delle parcelle (prot. n. 247 del 12.1.2022), in virtù della quale si è ritenuto che il valore della controversia sia pari ad euro 12.773.923,00 (ossia al valore pro quota del patrimonio netto della partecipata, come emerge dalla nota integrativa del bilancio del 30.06.2020) con conseguente applicazione dello scaglione tra 8.000.000,00 e 16.000.000,00 euro e che i compensi debbano essere quantificati nel valore medio (pari pertanto ad euro 16.039,00); preso atto che non è pervenuta alcuna osservazione dall’istante in replica alla predetta comunicazione; ritenuto che i compensi richiesti siano congrui, nei termini appena evidenziati, in relazione all’attività svolta; in applicazione dei parametri di cui al D.M. 55/2014, esprime parere positivo alla quantificazione dei compensi professionali complessivamente in euro 16.039,00 oltre rimborso forfetario spese 15%, CPA 4% e IVA come per legge per la vertenza n. 661/2020 VG innanzi alla Corte d’Appello di Venezia

n. 71/21  – rel. avv.ti De Santi e Russi: € 20.000

Il Consiglio, sentiti i consiglieri delegati avv.ti Sabrina De Santi e Rossana Russi, esaminati gli atti e i documenti prodotti dall’istante, preso atto che in data 15.10.2021 la controparte ha contestato le parcelle richieste inviando la ft. 89/2015 emessa per un procedimento che nulla ha a che vedere con le procedure di cui alla richiesta di liquidazione, che il tentativo di conciliazione esperito in data 29.11.2021 non è andato a buon fine a causa dell’assenza della parte per motivi di salute, che in data 30.11.2021 la parte ha fatto pervenire a codesto CDO la rinuncia al tentativo di conciliazione, ritenuto che i compensi così richiesti siano congrui in relazione all’attività svolta, in applicazione dei parametri di cui al D.M. 55/2014, esprime parere positivo alla quantificazione dei compensi professionali complessivamente in euro 20.000,00 oltre accessori di legge e spese esenti, per i seguenti importi:

per il giudizio di primo grado, n. 70040699/2000 R.G., avanti al Tribunale di Padova: € 15.000,00 oltre accessori di legge e spese esenti;

per il giudizio di secondo grado, n. 838/2018 R.G., avanti la Corte d’Appello di Venezia: € 5.000,00 oltre accessori di legge e spese esenti.

n. 82/21 –- rel. avv.ti De Santi e Beltramini: € 31.600,00

Il Consiglio, sentiti i consiglieri delegati avv.ti Sabrina De Santi ed Elena Beltramini, esaminati gli atti e i documenti prodotti dall’istante, preso atto che la parte, con e-mail del 28.05.2021, ha contestato le richieste, che il tentativo di conciliazione esperito in data 13.12.2021 non è andato a buon fine a causa dell’assenza della parte, ritenuto che i compensi così richiesti siano congrui in relazione all’attività svolta, in applicazione dei parametri di cui al D.M. 55/2014, esprime parere positivo alla quantificazione dei compensi professionali, complessivamente in euro 31.600,00, oltre accessori di legge e spese esenti, per i seguenti importi:

1° giudizio avanti la Corte di Cassazione (n. 282/2014 R.G.): € 5.600,00 oltre accessori di legge e spese esenti, al netto degli acconti versati;

2° giudizio avanti la Corte di Cassazione (n. 7411/2014 R.G. – riunito al n. 282/2014 R.G.): € 10.200,00 oltre accessori di legge e spese esenti, al netto degli acconti versati;

1° giudizio avanti la Corte di Cassazione (n. 285/2014 R.G.): € 5.600,00 oltre accessori di legge e spese esenti, al netto degli acconti versati;

2° giudizio avanti la Corte di Cassazione (n. 7883/2015 R.G. – riunito al n. 285/2014 R.G.): € 10.200,00 oltre accessori di legge e spese esenti, al netto degli acconti versati.

n. 97/21 –- rel. avv.ti De Santi e Beltramini: € 4.200,00

Il Consiglio, sentiti i consiglieri delegati avv.ti Sabrina De Santi ed Elena Beltramini, esaminati gli atti e i documenti prodotti dall’istante, preso atto che non sono pervenute osservazioni, ritenuto che i compensi così richiesti siano congrui in relazione all’attività svolta, in applicazione dei parametri di cui al D.M. 55/2014, esprime parere positivo alla quantificazione dei compensi professionali per l’attività di consulenza stragiudiziale svolta, complessivamente in euro 4.200,00 oltre accessori di legge e spese esenti.

n. 99/21 –- rel. avv.ti De Santi e Gini: 2.117,50

Il Consiglio, sentiti i consiglieri delegati avv.ti Sabrina De Santi e Sara Gini, esaminati gli atti e i documenti prodotti dall’istante, preso atto che non sono pervenute osservazioni ritenuto che i compensi così richiesti siano congrui in relazione all’attività svolta, in applicazione dei parametri di cui al D.M. 55/2014, esprime parere positivo alla quantificazione dei compensi professionali per l’attività svolta (avente ad oggetto la rivendicazione della natura subordinata del rapporto di lavoro), complessivamente in euro 2.117,50 oltre accessori di legge e spese esenti.

Vecchie:

n. 88/2020– rel. avvocati Russi e De Santi:  determinazioni

Il C.d.O., sentite le consigliere Russi e De Santi, incarica le stesse di riscontrare il richiedente nel senso che, per un disguido di Segreteria, le PEC non erano state trasmesse agli istruttori e che in ogni caso le osservazioni potranno essere fatte valere in sede giudiziale.

* * *

7) ISCRIZIONI

Il C.d.O. sentita la relazione della consigliera Muraro, componente della Commissione Tenuta Albi, che ha curato l’istruttoria, delibera le seguenti iscrizioni:

Albo Avvocati

Alessia Marina Lonardi

Matteo Tondello

Meghna Chaudhry

Nicola Caineri Zenati

Fabiola Maitilasso

Irene Berteotti (per trasferimento dal CO di Milano)

Rossella Manzo

Elenco Speciale degli addetti agli uffici Legali

rinvia la trattazione dell’argomento alla prossima seduta la posizione di un istante (Azienda Ospedaliera)   

Registro Speciale dei Praticanti

Pierluigi Torresan

* * *

8) Approvazione LIBRETTI PRATICA E ammissione al patrocinio art. 8 R.D. 1934/37

a) approvazione libretti pratica

Il C.d.O., con l’astensione del Vicepresidente, sentita la relazione della consigliera Muraro, componente della Commissione Tenuta Albi, che ha curato l’istruttoria, approva i semestri di pratica di 3 praticanti

b) ammissione al patrocinio

Il C.d.O sentita la relazione della consigliera Muraro, componente della Commissione Tenuta Albi, che ha curato l’istruttoria, ammette i seguenti praticanti al patrocinio:

Riccardo Terron

* * *

13) RILASCIO NULLAOSTA

Il C.d.O. sentita la relazione della consigliera Muraro, componente della Commissione Tenuta Albi, che ha curato l’istruttoria, delibera di concedere un  certificato di nulla osta

* * *

14) CANCELLAZIONI

Il C.d.O. sentita la relazione della consigliera Muraro, componente della Commissione Tenuta Albi, che ha curato l’istruttoria, accertando che nei suoi confronti non sono in corso procedimenti disciplinari, dichiara la cancellazione del seguente iscritto:

dal Registro Speciale dei Praticanti

Silvia Bertuzzo, per trasferimento al CO di Vicenza

* * *

15) FORMAZIONE ED ESONERI/ESENZIONI

  1. Prot. 673 del 27/01/2022 richiesta esonero parziale

Il C.d.O., sentito il Segretario, delibera di confermare anche per il 2022 (come già fatto per il 2020 e 2021) l’esonero annuo nella misura di 10 crediti con esclusione della materia obbligatoria.

  1. Prot. 676 del 27/01/2022 richiesta di esonero per adempimenti connessi alla maternità

Il C.d.O., sentito il Segretario, delibera di concedere l’esonero per gli adempimenti connessi alla maternità, nella misura di n. 10 crediti per ciascuna delle annualità 2021, 2022 e 2023, con esclusione della materia obbligatoria, in conformità al Regolamento attuativo per la Formazione continua.

*  *  *

Il C.d.O., in ordine alle richieste pervenute, visto:

– il Regolamento del 16 luglio 2015 n. 6 del Consiglio Nazionale Forense;

– il parere espresso dalla suddetta Commissione in merito alla sussistenza o meno dei requisiti, al numero attribuibile di crediti, alla concessione o meno, ove richiesta, di patrocinio e contributo economico;

DELIBERA

motivando in conformità ai criteri oggettivi e predeterminati di cui all’art. 21 del regolamento del CNF e rispettate le prescrizioni relative al numero minimo e massimo di C.F. attribuiti a ciascuna tipologia di attività formativa, il riconoscimento dei seguenti crediti, quanto a:

  1. Prot. 561 del 24/01/2022 per Commissione Formazione richiesta accreditamento webinar 23/02/2022 “Processo esecutivo e locazioni” n. 2 crediti in diritto processuale civile. Registrazione tramite Riconosco e delega agli organizzatori per la predisposizione delle domande per la verifica delle presenze.
  2. Prot. 575 del 25/01/2022 per Commissione Formazione richiesta accreditamento webinar “Società di persone” tre date 22.02.2022 “La costituzione della società di persone”, 30.03.2022 “La gestione della società”, 26.04.2022 “Scioglimento e liquidazione della società di persone”. n. 2 crediti in diritto societario, per ciascun incontro, registrazione tramite Riconosco e delega agli organizzatori per la predisposizione delle domande per la verifica delle presenze.

3. Prot. 675 del 27/01/2022 per Commissione diritti Umani richiesta accreditamento evento misto 03.02.2022 per Giornata della Memoria n.2 crediti in deontologia, registrazione tramite Riconosco, delega agli organizzatori per il controllo delle presenze e verifica delle condizioni di accesso in sicurezza. Intervento della Presidente

* * *

11) ELENCHI

I. Istanza elenco esperti composizione negoziata crisi d’impresa: Rel. Avv. Bissoli

1) Domanda ns. prot. 463 del 20.01.2022 – avv. Luca Bulgarelli

Il C.d.O., sentita la Presidente, rinvia l’argomento alla prossima seduta.

  1. Domanda ns. prot. 631 del 27.01.2022 e integrazione ns. prot. 631 del 27.01.2022 – avv. Matteo Bertani

Il C.d.O., sentita la Presidente che ha effettuato l’istruttoria; verificata la completezza della domanda e della documentazione ai sensi dell’art. 3 del D.L. 118/2021, convertito in L. 147/2021 e il possesso dei requisiti in capo all’Istante, delibera di comunicarne il nominativo alla CCIAA di Venezia – Rovigo per il relativo inserimento nell’Elenco degli esperti indipendenti ai sensi del menzionato art. 3, incaricando la Segreteria (dott. Tomasi) di trasmettere via PEC alla CCIAA stessa il file aggiornato con il nominativo dell’avv. Matteo Bertani e il relativo curriculum.

* * *

16) COMUNICAZIONI DELLA PRESIDENTE

  1. Ns. prot. 523 del 24.01.2022 – Quesito urgente incompatibilità ufficio del processo

Il C.d.O., sentita la Presidente, che relazione in merito alla circolare del Ministero della Giustizia del 22.12.2021 (ns. prot. 733); avuta considerazione dello status del personale addetto agli Uffici del Processo, a tutti gli effetti dipendente della P.A. con il profilo di funzionario amministrativo; ferma restando la relativa iscrizione all’Albo come sancito dalla Legge, allo stato esprime parere di incompatibilità degli avvocati e praticanti abilitati addetti all’Uffici del Processo con l’esercizio della professione, trattandosi di situazione parificabile alla sospensione volontaria, che dunque è opportuno, ma non necessario, che venga formalmente richiesta dall’Interessato; manda al Vicepresidente di inoltrare la circolare a tutti i Consiglieri.

  1. Ns. prot. 618 del 26.01.2022 – Richiesta compatibilità con l’ufficio per il processo

Il C.d.O., sentita la Presidente, avuta considerazione del fatto che i praticanti non abilitati non esercitano la professione forense, esprime parere di compatibilità tra l’iscrizione al Registro speciale, che abbiano conseguito la compiuta pratica, e il ruolo di addetto all’Ufficio del Processo.

  1. Ns. prot. 612 del 26.01.2022 – CNF, ipotesi di modifica dei parametri forensi − consultazione on-line

Il C.d.O., sentita la Presidente e il consigliere Traspedini, manda allo stesso di inoltrare a tutti i Consiglieri quanto pervenuto, segnalando che il termine per presentare eventuali osservazioni al CNF da parte del Consiglio scade il 4 febbraio prossimo.

  1. Osservatorio Giustizia Civile – Convocazione per il 26/01/2022, ore 14,00 – Disamina ordine del giorno

Il C.d.O., sentita la Presidente, prende atto che gli adempimenti sono già stati svolti.

  1. O.C.F. – Ordine del giorno dell’assemblea del 28/29 gennaio 2022: – “Esame e approvazione dello Statuto della Fondazione O.C.F. – Organismo Congressuale Forense Istituto di cultura giuridica e relativa relazione” – proposta di esprimere contrarietà

Il C.d.O., sentita la Presidente che relazione ampiamente sul tema e anticipa come nella serata di oggi sia prevista una riunione dei Presidenti dell’Unione Triveneta sul tema indetta dall’Ufficio di Presidenza della stessa, proponendo che il Consiglio esprima ferma contrarietà sull’iniziativa sia perché non vi sarebbe la copertura normativa di detta iniziativa, sia per il metodo utilizzato, sia nel merito della stessa, delibera in conformità e rinvia la trattazione dell’argomento alla prossima seduta.

  1. Tribunale di Verona – Uffici per il Processo – proposta di nuova sezione dedicata nel sito dell’Ordine

Il C.d.O., sentita la Presidente che propone di istituire una nuova sezione del sito sul tema, delibera in conformità.

  1. Orari ufficio Ordine presso Tribunale e OVMF: modifica

Il C.d.O., sentita la Presidente che riferisce delle difficoltà operative di funzionamento del centralino della sede di Via Ristori con le nuove modalità, delibera di ripristinare le modalità originarie di apertura del centralino della sede presso gli Uffici giudiziari, mandando al Segretario di darne comunicazione alla dipendente e alla Segreteria di predisporre un Wcast informativo d’intesa con il Segretario.

* * *

17) COMUNICAZIONI DEL VICEPRESIDENTE

  1. Rilevazione del livello di soddisfazione espresso dagli utenti esterni sulla qualità del servizio reso dall’ufficio giudiziario nell’anno solare 2021. Scadenza 14 febbraio 2022

Il C.d.O., sentito il Vicepresidente, delibera di dare il voto di 5 a tutte le voci della Procura della Repubblica e 4 a quelle del Tribunale (ad eccezione della seconda voce per la quale il voto è 5), e manda allo stesso di riscontrare la nota.

  1. Approvazione piano ferie

Il C.d.O., sentito il Vicepresidente, approva il piano ferie e lo incarica di verificare se sia possibile differire le ferie di una dipendente alla settimana successiva, in ragione della necessità di passare le consegne ai neo assunti che prendono servizio il 7 febbraio. Il C.d.O., delibera altresì, di concedere le ferie nel giorno di lunedì, allorquando si tiene la seduta, soltanto per comprovate esigenze ed eventualmente soltanto ad un dipendente per volta.

* * *

18) COMUNICAZIONI DEL SEGRETARIO

  1. Ns. prot. 552/2022 del 24.01.2022 – Comunicazione di apertura del procedimento disciplinare Il C.d.O., sentito il Segretario, prende atto.
  2. Ns. prot. 515/2022 del 21.01.2022 – Comunicazione di apertura del procedimento disciplinare

Il C.d.O., sentito il Segretario, prende atto.

  1. Ns. prot. 512/2022 del 21.01.2022 – Archiviazione del procedimento n. 2-2/2021 nei confronti
  2. Il C.d.O., sentito il Segretario, prende atto e manda alla Segreteria di chiedere l’accesso agli atti amministrativi al CDD.
  3. Ns. prot. 475/2022 del 20.01.2022 – CDD Lecce – Censura

Il C.d.O., sentito il Segretario, prende atto.

* * *

19) COMUNICAZIONI DEL TESORIERE

Determinazione contributi collegiali anno 2022  ASSOCIAZIONI E STA

Il Consigliere Tesoriere, con l’astensione della consigliera Cataldi, ritenuto

  • che l’importo della quota di iscrizione non è commisurato al costo dei servizi resi od al valore delle prestazioni erogate, bensì alle spese necessarie al funzionamento dell’ente, al di fuori di un rapporto sinallagmatico con l’iscritto;
  • che detta spesa è quella relativa alla provvista dei mezzi finanziari necessari al Consiglio non solo per il controllo dell’Albo, ma anche per lo svolgimento di tutte quelle attività e competenze in questi ultimi anni delegate agli Ordini forensi dal Legislatore e che si riassumono nell’esercizio della funzione pubblica di tutela dei cittadini, potenziali fruitori delle prestazioni professionali degli iscritti;
  • che per determinare l’importo della quota associativa si devono considerare i molteplici servizi forniti dal nostro Ordine in favore dei propri iscritti (ad es. corsi di formazione gratuiti, Scuola forense per i praticanti, disponibilità di attrezzature e locali, biblioteca, ecc.) oltre alle molteplici attività amministrative proprie del Consiglio il cui assolvimento assorbe gran parte delle risorse rappresentando un elevato costo sia in termini di lavoro dipendente che di spese vive (a titolo esemplificativo si pensi: attività di iscrizione, trasferimento e cancellazione in relazione all’Albo, al Registro praticanti, alle Sezioni, ai numerosi Elenchi, rilascio certificazioni, accreditamento eventi formativi, organizzazione diretta degli eventi, rilascio pareri consultivi, convocazione ed ascolto delle parti per tentativi di conciliazione in materia parcellare non coperti da opinamento, organizzazione ed assolvimento di ogni attività relativa allo “sportello del cittadino); attività istruttoria relativa al titolo di specializzazione; attività inerenti il rispetto della normativa sulla privacy e sulla trasparenza e anticorruzione;
  • che a tutte le attività già svolte dal Consiglio vanno oggi ad aggiungersi anche quelle ulteriori relative all’iscrizione nel relativo Elenco e dunque al controllo di conformità delle associazioni tra avvocati e multidisciplinari e delle società tra avvocati agli artt. 4 e 4 bis L. n. 247/2012;
  • che sono stati, quindi, introdotti a carico del C.d.O. obblighi di verifica: A) sulla sussistenza dei presupposti per l’iscrizione all’Elenco dell’Albo; B) di verifica dei presupposti per il mantenimento dell’iscrizione; C) di aggiornamento periodico dell’Elenco, anche con l’indicazione analitica dei nominativi dei componenti le STA; D) di cancellazione in assenza dei requisiti per il mantenimento dell’iscrizione con l’avvio del relativo procedimento;
  • che pertanto il C.d.O. è tenuto a fornire servizi e prestazioni non solo in favore dei singoli Iscritti, ma anche a favore delle associazioni e delle società delle quali gli Iscritti fanno parte;
  • che delle prestazioni sopra descritte beneficiano in via immediata e diretta le associazioni e le società iscritte ed in via mediata gli associati e i soci delle stesse;
  • che appare quindi necessario determinare le quote di iscrizione all’apposito Elenco dell’Albo delle associazioni tra avvocati e multidisciplinari e delle società tra avvocati al fine di coprire i nuovi oneri a carico del Consiglio;
  • verificati i contributi richiesti ad associazioni e STA da altri Ordini, propone:

A) di prevedere a carico di ciascuna associazione e società un contributo di prima iscrizione al relativo Elenco dell’Albo nella seguente misura:

euro 200,00 per le associazioni tra avvocati;

euro 300,00 per le associazioni multidisciplinari;

euro 250,00 per le società tra avvocati;

euro 350,00 per le società tra avvocati con soci di capitale;

per le successive attività di controllo circa la sussistenza e permanenza dei requisiti per il mantenimento dell’iscrizione una tassa annuale a carico di ciascuna STA nella seguente misura:

euro 200,00 per le società tra avvocati;

euro 400,00 per le società tra avvocati con soci di capitale;

tenuto conto che le associazioni professionali non identificano un nuovo soggetto giuridico e che i singoli associati Iscritti all’Albo corrispondono già i contributi collegiali, nulla dovrà essere corrisposto dalle associazioni per gli anni successivi all’iscrizione;

La presente delibera ha effetto per il futuro e dunque: il contributo di prima iscrizione sarà richiesto a tutte le associazioni e le STA iscritte nell’Elenco a far data dal 01.01.2022, mentre i contributi collegiali fissati per le STA nelle misure innanzi precisate saranno richiesti a decorrere dalla annualità in corso (2022) a tutte le STA, già iscritte e da iscrivere.

  1. Richiesta preventivo per evento Giornata della Memoria 2022 della COMMISSIONE DIRITTI UMANI

Il C.d.O, sentito il Tesoriere, ad integrazione della delibera già assunta, preso atto che il costo ricompreso nel preventivo è onnicomprensivo, lo approva per una spesa complessiva massima di € 1.500.

Alle ore 17:14 abbandonano la seduta i consiglieri Chiamenti e Leva.

  1. OIAD / Richiesta di contributi 2022 / Ordine di Verona

Il C.d.O, sentito il Tesoriere, rinvia la trattazione dell’argomento alla quando perverrà la richiesta formale da parte di OIAD.

* * *

20) COMUNICAZIONI DEI CONSIGLIERI

  1. Vademecum per il deposito istanze di liquidazione Gratuito Patrocinio – rel. Avv. Trabucchi

Il C.d.O, sentita la consigliera Trabucchi, approva il testo e manda alla Presidente di sottoscriverlo.

  1. Protocollo sul procedimento di revoca dell’ammissione al patrocinio a spese dello Stato – rel. Avv. Trabucchi

Il C.d.O, sentita la consigliera Trabucchi, approva il testo e manda alla Presidente di sottoscriverlo.

  1. Prot. 678/22 del 28.01.2022: domanda integrazione nella Prot. 678/22 del 28.01.2022: domanda integrazione nella professione d’avvocato di un abogado: assegnazione per istruttoria

Il C.d.O, sentito il consigliere Traspedini, assegna l’istruttoria ai consiglieri Perini e Sorpresa.

  1. Conferma nominativi per la rete difese d’ufficio per l’anno 2022 – rel avv. Nascimbeni

Il C.d.O, sentita la consigliera Nascimbeni che riferisce di aver già provveduto alla comunicazione dei nominativi al CNF nelle persone di se stessa e della dipendente incaricata  quali referenti della rete, prende atto e ne approva l’operato.

* * *

21) AGEVOLAZIONI

Convenzione con agenzia Web

Il C.d.O, sentita la consigliera Russi, approva e autorizza la pubblicazione sul sito nell’apposita sezione.

Legislazione Tecnica – Formazione specialistica accreditata per Avvocati

Il C.d.O, sentita la consigliera Russi, approva e autorizza la pubblicazione sul sito nell’apposita sezione.

* * *

Alle ore 17:26 abbandona la seduta la consigliera Nascimbeni.

22) VARIE EVENTUALI

COMUNICAZIONE DELLA PRESIDENTE

  1. Referenza attestazione di servizio PA

Il C.d.O, sentita la Presidente, rinvia la trattazione dell’argomento alla seduta del 14.02.2022.

  1. Ns. prot. 139 del 05/01/2022 – Istanza di accesso agli atti – Proposta di rigetto

Il C.d.O., sentita la Presidente,

VISTA l’istanza di accesso agli atti, ai sensi degli artt. 22, 23,24 e 25 della L. 241/90, presentata e  inviata dallo stesso a mezzo PEC all’Ordine degli Avvocati di Verona in data 04/01/2022 (prot. 139 del 05/01/2022), con cui chiedeva “a esclusiva tutela del diritto di difesa di poter visionare e ricavare copia dei seguenti specifici documenti:

1)  Copia dei fascicoli di tutte le domande accolte e/o rigettate di richiesta di iscrizione nell’albo degli Avvocati Stabiliti presentate a partire dal 1 novembre 2013 e sino alla data in cui venisse accolta la domanda di accesso agli atti;

2)  Copia di tutte le domande accolte e/o rigettate di richiesta di integrazione alla professione di avvocato presentate presso l’ordine degli Avvocati di Verona a partire dal 1 gennaio 2015 e sino alla data in cui venisse accolta la domanda di accesso agli atti …”;

CONSIDERATO:

che, ai sensi dell’art. 22, comma 1, lett. b) della L. 241/90, il diritto di accesso presuppone la sussistenza in capo al richiedente di “un interesse diretto, concreto ed attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l’accesso”;

che, ai sensi dell’art. 24, comma 3, della L. 241/90 “non sono ammissibili istanze di accesso preordinate ad un controllo generalizzato dell’operato delle Pubbliche Amministrazioni”;

che, nel caso specifico, la non consentita finalità esplorativa dell’istanza in oggetto risulta evidente dalla stessa formulazione della richiesta, riguardante “copia dei fascicoli di tutte le domande accolte e/o rigettate di richiesta di iscrizione nell’albo degli Avvocati Stabiliti presentate a partire dal 1 novembre 2013 – e – … di integrazione alla professione di avvocato presentate presso l’ordine degli Avvocati di Verona a partire dal 1 gennaio 2015 e sino alla data in cui venisse accolta la domanda di accesso agli atti”, in mancanza di qualsivoglia connotato di una sufficiente specificazione;

che, pertanto, l’istanza si caratterizza per una evidente genericità, che obbligherebbe l’Ordine degli Avvocati di Verona a ricercare tutti gli atti e documenti riferiti alle domande accolte o rigettate di iscrizione al Registro degli avvocati stabiliti e di integrazione alla professione di avvocato, presentate in un ampio arco temporale (7/8 anni), oltre che per l’assenza di un interesse qualificato in capo all’abogado, dato che l’acquisizione della documentazione richiesta non avrebbe alcun rilievo nella definizione del procedimento di cancellazione dall’Albo degli avvocati stabiliti, avviato nei suoi confronti;

che “il diniego di accesso agli atti può essere, dunque, legittimamente opposto in ragione della genericità dell’istanza, sia sotto il profilo dei documenti richiesti sia sotto quello del labile interesse all’ostensione, atteggiandosi l’indeterminatezza della domanda ad un sostanziale controllo generalizzato sull’attività amministrativa” (TAR Lazio, Roma, Sez. Seconda bis, 20/10/2020 n. 10660);

TUTTO CIÒ PREMESSO,

ai sensi dell’art. 25, terzo comma, della L. 241/90, delibera di respingere l’istanza di accesso agli atti sopra indicata a motivo della mancanza di un interesse caratterizzato nei termini sopra specificati e della rilevata natura esplorativa della stessa, preordinata ad un inammissibile controllo generalizzato dell’operato dell’Ordine degli Avvocati di Verona.

Il C.d.O. manda alla Presidente di darne comunicazione all’interessata..

  1. Ns. prot. 732 del 31.01.2022 – edizione concordata

Il C.d.O, sentita la Presidente in relazione alla richiesta di patrocinio, di utilizzo del sistema Riconosco e di un contributo per l’organizzazione dell’evento da tenersi a Venezia ma aperto agli Iscritti veronesi, delibera in conformità alla richiesta, autorizzando altresì una spesa complessiva massima di € 500, dietro presentazione della documentazione di spesa come da regolamento, a condizione che sia garantita la partecipazione degli Iscritti veronesi,

FORMAZIONE ED ESONERI/ESENZIONI

Il C.d.O., in ordine alla richiesta pervenuta, visto:

– il Regolamento del 16 luglio 2015 n. 6 del Consiglio Nazionale Forense;

– il parere espresso dalla suddetta Commissione in merito alla sussistenza o meno dei requisiti, al numero attribuibile di crediti, alla concessione o meno, ove richiesta, di patrocinio e contributo economico;

DELIBERA

motivando in conformità ai criteri oggettivi e predeterminati di cui all’art. 21 del regolamento del CNF e rispettate le prescrizioni relative al numero minimo e massimo di C.F. attribuiti a ciascuna tipologia di attività formativa, il riconoscimento dei seguenti crediti, quanto a:

  1. Prot. 695 del 31.01.2022 –convegno valore prassi – esecuzioni immobiliari n. 3 crediti in diritto processuale civile per ciascun incontro, Registrazione tramite piattaforma degli Ingegneri e delega agli organizzatori per la predisposizione delle domande per la verifica delle presenze.

COMUNICAZIONE DEL SEGRETARIO

  1. Ns. prot. 708 del 31.01.2022 – Esami di Avvocato – Sessione 2021 – Nomina delle Sottocommissioni

Il C.d.O, sentito il Segretario, prende atto della nomina così formulata e provvede a dare comunicazione agli interessati per i successivi adempimenti.

ISCRIZIONI

Registro Speciale dei Praticanti ammessi all’anticipazione di un semestre di pratica

Il C.d.O, sentito il Segretario, vista la comunicazione del 28 gennaio 2022, considerato che da essa si evince la compatibilità dell’attività lavorativa con la pratica forense, delibera l’iscrizione del seguente istante:

Moreno Ferrarese

* * *

La seduta è tolta e il verbale chiuso alle ore 17:45.

 

Il Consigliere Segretario                                                                           La Presidente

Avv. Cristina Castelli                                                                                 Avv. Barbara Bissoli

Cerca articoli sul sito